Attualità
TUTELA DEL COMMERCIO DI PROSSIMITA'

I commercianti di Piazza del Popolo chiedono il mantenimento degli attuali parcheggi

Sottoscritta una petizione da parte del circolo legnanese di Fratelli d'Italia

I commercianti di Piazza del Popolo chiedono il mantenimento degli attuali parcheggi
Attualità Legnano e Altomilanese, 10 Luglio 2022 ore 10:41

A Legnano i commercianti di Piazza del Popolo chiedono il mantenimento degli attuali parcheggi. A farsi portavoce di questa battaglia, in particolare, la Ferramenta Prandoni. "Con l'abolizione dei parcheggi verrebbe messa a dura prova la nostra attività". Anche il circolo legnanese di Fratelli d'Italia è preoccupato per le sorti degli esercenti, tanto da aver aderito a una petizione sull'argomento.

Ecco le argomentazioni della Ferramenta per dire "no" all'eliminazione degli stalli

I commercianti di Piazza del Popolo (in particolare la ferramenta Prandoni), a Legnano, hanno lanciato una raccolta di firme in calce a una petizione con cui chiedono all'Amministrazione comunale di non eliminare i pochi parcheggi presenti nell'area.

I negozianti sul progetto per l'Oltrestazione

Queste le parole usate dai gestori del negozio:
"Desideriamo informare i nostri clienti sul progetto che è stato proposto per la zona Oltrestazione - ha scandito in prima battuta la delegazione di esercenti - L'idea è di ampliare l'attuale zona pedonale esistente ed estenderla fino a Piazza del Popolo, eliminando i parcheggi pubblici. Questo progetto, per la nostra attività storica, datata 1889, comporta gravi conseguenze e una possibile conclusione della nostra attività. La ferramenta è stata messa a dura prova dalle recenti condizioni socio-economiche degli ultimi anni (crisi, concorrenza, pandemia, guerra) e in questo momento difficile, sicuramente, l'eliminazione dei parcheggi non può che giocare a nostro sfavore. Con questo vorremmo cercare di sensibilizzare i cittadini di Legnano riguardo a questo tema che ci sta molto a cuore, non crediamo che questo progetto stia tenendo in considerazione il commercio e le attività dell'oltrestazione.

"Così la nostra attività è a rischio"

L'attività della storica ferramenta, dovesse andare in porto il taglio dei parcheggi, subirebbe gravi ripercussioni:
"Abbiamo avuto dei colloqui con il sindaco, esposto la nostra opinione sui social e in Consiglio comunale, ma nonostante ciò sembra che il problema non sussista, ma la nostra preoccupazione esiste ed è reale, così come l'ipotesi di chiudere
la nostra attività prevedendo già le difficoltà future che i nostri clienti potranno avere".

La petizione sottoscritta da Fratelli d'Italia

Hanno sottoscritto questa petizione giovedì mattina i consiglieri di Fratelli d'Italia:
"Abbiamo aderito alla raccolta firme lanciata dai negozianti per fermare il progetto "cancella parcheggi" di Piazza del Popolo. Da sempre Fratelli d'Italia Legnano è vicino al mondo del commercio locale e degli ambulanti, da mesi chiediamo azioni di rilancio dell'economia locale all'Amministrazione Radice, che non solo tace, ma si prodiga in pasticci di ampiezza crescente ai danni della città, come nel caso del progetto di riqualificazione di Piazza del Popolo, per fortuna solo presentato "in bozza" ai commercianti della zona. Il loro modello di “partecipazione” funziona cosi bene, che recepisce le vere volontà da parte della cittadinanza solo a seguito di costituzione di comitati e consultazione referendarie, come per il caso della bicipolitana in via Volta. A differenza del sindaco, abbiamo verificato proprio stamani, come i parcheggi di fronte alla Ferramenta Prandoni siano necessari, in quanto i posti liberi nelle via adiacenti erano inesistenti".

La promessa a continuare questa battaglia

Da qui la promessa da parte degli stessi a continuare la battaglia intrapresa:
"Continueremo, la nostra battaglia a favore di queste realtà locali in Consiglio Comunale e nel frattempo invitiamo i nostri numerosi elettori, ad aderire alla raccolta firme, in modo tale da dare un segnale concreto a chi vuole stravolgere la nostra città con piste ciclabili e nulla più".
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter