Attualità
SAN VITTORE OLONA-PARABIAGO

Fuggono dalla guerra in Ucraina, il destino le fa reincontrare in paese

L'incredibile storia di Veronika e Tania: cresciute insieme, si sono incrociate nella sede degli Scout senza sapere che fossero ospitate così vicine l'una dall'altra

Fuggono dalla guerra in Ucraina, il destino le fa reincontrare in paese
Attualità Legnano e Altomilanese, 19 Giugno 2022 ore 14:00

Il destino ha fatto reincontrare a San Vittore Olona Veronika e Tania, due amiche scappate dalla guerra in Ucraina.

Due amiche dell'Ucraina unite dal destino

Sono cresciute insieme nel loro paese, la scuola frequentata sempre insieme. E insieme anche tanti momenti della vita quotidiana. Sono quelli vissuti da Veronika e Tania, due 20enni ucraine che vivono nella regione di Chernigov, a nord dell’Ucraina. In questi mesi sono fuggite dalla guerra e, per puro caso, o destino, si sono ritrovate a San Vittore Olona. Il loro incontro è avvenuto nella sede del Gruppo scout Legnano 1, che si trova  in via Alfieri, in paese: nessuna delle due sapeva che l’altra fosse proprio in questa zona dell’Italia. Così vicine. Ed entrambe si sono trovate, ognuna senza sapere della presenza dell’altra, nella sede scout, al momento giusto, non credendo ai loro occhi quando si sono trovate una di fronte all’altra.

La forte amicizia e l'incontro

"Siamo state in classe insieme per 9 anni - racconta Veronika, ospite a San Vittore dalla famiglia di Alberto Fedeli, volto noto del mondo del volontariato che ha aperto la sua abitazione ai profughi ucraini arrivati in Italia tramite il Comitato accoglienza bambini di Chernobyl che in queste settimane sta ospitando quegli ex bimbi, accolti anni fa per la 'vacanza terapeutica' per il disastro nucleare del 1986, e che ora diventati grandi sono fuggiti dal conflitto coi loro figli, mamme e cugini - Siamo grandi amiche, dopo la scuola io sono andata nella città di Chernigov per studiare cucina ma siamo sempre state in contatto"; "Siamo cresciute insieme - prosegue Tania, ospite di Cristina Zanaboni e Giampiero Mazzarese di Parabiago con la sorellina (anche lei, come Tania, venuta in Italia in passato con l’associazione L’abbraccio di Nerviano) - Dopo i 9 anni di scuola insieme io sono andata a Chernigov per studiare inglese e poi a Kiev. Ma con Veronika il rapporto era speciale: ci messaggiavamo ogni giorno, raccontandoci tutte le nostre cose".
Le due non si vedevano fisicamente da 5 anni. Si parlavano grazie ai social. Poi venerdì è successo qualcosa di incredibile: "Insieme ad Alberto, a sua moglie e ai suoi figli, siamo andati nella sede degli scout che stavano organizzando il Mulino Day e lì mi sono trovata davanti Tania - racconta emozionata Veronika, arrivata in paese il 30 aprile e impegnata ora nell’associazione Una casa per Pollicino di cui Fedeli è presidente e nell’oratorio estivo - E’ stato uno shock! Sapevo che era a Parabiago ma non sapevo dove fosse!". Tanta emozione anche per Tania, a Parabiago dal 23 marzo: "Quando l’ho vista non credevo ai miei occhi! Ci siamo incontrate lì per puro caso, è stato qualcosa di meraviglioso! Lei mi aveva detto che era a San Vittore ma non pensavo fosse un paese così vicino. Appena ho realizzato che era davvero lei, ci siamo date un grandissimo abbraccio". Il sogno delle due ragazze? Che la guerra in Ucraina finisca il più presto possibile.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter