il caso

Fratelli d'Italia: "Chiesto chiarimento in merito alla situazione dell'ospedale di Cuggiono"

La nota congiunta dei Sindaci dell’Altomilanese: "Giù le mani dall’Ospedale di Cuggiono!”

Attualità Legnano e Altomilanese, 16 Luglio 2021 ore 17:02

Fratelli d'Italia: "Chiesto chiarimento in merito alla situazione dell'ospedale di Cuggiono. Al momento nessun pericolo".

Fratelli d'Italia: "Chiesto chiarimento in merito alla situazione dell'ospedale di Cuggiono"

In merito ad alcune dichiarazioni riconducibili ad esponenti politici locali apparse sui giornali del territorio, che paventavano la possibilità di “sacrificare” l’ospedale di Cuggiono, depotenziandolo ancor di più per favorire altre strutture di territori limitrofi, dichiariamo quanto segue:

“Grazie al supporto dei nostri rappresentanti in Consiglio Regionale e componenti della 3ª Commissione Sanità, abbiamo chiesto spiegazioni all’Assessorato al Welfare di Regione Lombardia in merito ad una possibile riorganizzazione o addirittura chiusura dell’ospedale di Cuggiono. La risposta che abbiamo ricevuto per iscritto recita testualmente: ‘in questo momento non esistono, né formalmente né informalmente, progetti di riorganizzazione dell’Ospedale di Cuggiono’. La risposta mette un punto fermo alla polemica scaturita a seguito delle dichiarazioni del Consigliere Regionale Luca Del Gobbo durante un incontro organizzato dalla Consulta dell’Ospedale di Abbiategrasso il 30 giugno scorso e riportate dal settimanale Settegiorni del 2 luglio scorso: ‘sull’ospedale vorrei ragionassimo circa la possibilità di sacrificare Cuggiono, facendolo diventare un presidio così da poter trasferire risorse su Abbiategrasso.’ È chiaro che si tratti di un’esternazione a titolo personale e che comunque non coincide con la nostra idea di sanità pubblica. Per noi, la medicina di prossimità è l’unica garanzia per il sistema sanitario.” dichiara Giuliana Soldadino, Portavoce di Fratelli d’Italia Cuggiono. Una nota congiunta dei Portavoce dei circoli del Castanese - Azzolin, Iannantuono e Soldadino - chiosa sull’argomento: “come Fratelli d’Italia continueremo a vigilare attentamente sulla situazione del presidio ospedaliero di Cuggiono nelle sedi istituzionali preposte. Continueremo a batterci in difesa della territorialità della sanità, che non è in contraddizione con la qualità delle prestazioni, che dipende piuttosto dalle capacità manageriali che devono essere in grado di valorizzare le eccellenze eliminando gli sprechi.
Condividiamo infine la nota congiunta dei Sindaci dell’Altomilanese, chiara e determinata ad esprimere una comune istanza: giù le mani dall’Ospedale di Cuggiono!”