Attualità
Il servizio

Formazione per i disoccupati: il nuovo protocollo a Parabiago

La Giunta di Parabiago ha approvato un protocollo con la Fondazione Clerici per la formazione professionale per i disoccupati.

Formazione per i disoccupati: il nuovo protocollo a Parabiago
Attualità Legnano e Altomilanese, 13 Ottobre 2021 ore 12:27

Formazione professionale per cittadini disoccupati: la Giunta di Parabiago approva un protocollo d’intesa con Fondazione Clerici Parabiago finanziando il progetto con 12mila euro.

Formazione per i disoccupati: il protocollo tra Comune e Fondazione Clerici

L’Amministrazione di Parabiago ha sottoscritto un protocollo d’intesa con Fondazione Clerici, sede operativa di Parabiago, con l’obiettivo di sostenere la formazione professionale di residenti disoccupati e dare loro l’opportunità di riqualificarsi per il mondo del lavoro.

Il protocollo d’intesa prevede il trasferimento di un contributo economico di 12mila euro entro la fine di novembre 2021 per l’attivazione e la gestione di percorsi formativi di riqualificazione lavorativa di cittadini maggiorenni disoccupati e residenti in Parabiago, garantendo loro una riduzione nella misura del 30% delle spese necessarie per l’iscrizione e la frequenza a uno dei corsi proposti da Fondazione Clerici.

Il focus su Fondazione Clerici

Fondazione Clerici è un ente accreditato presso Regione Lombardia ed è presente a Parabiago da oltre quarant’anni proponendo servizi di formazione e di accompagnamento al lavoro nei settori della ristorazione, elettricità, socio-sanitario e assistenziale. Il bacino di utenza è ampio e rivolto al territorio, ma solo nell’ultimo quinquennio ha formato 282 cittadini residenti a Parabiago.

La parola all'assessore e al sindaco

Ha spiegato l'assessore alle Politiche sociali Elisa Lonati:

"Le competenze in tema di politiche attive per il lavoro sono molto residuali per i comuni, ma questo non ci impedisce di trovare modalità per contrastare la disoccupazione, soprattutto quella causata dalle chiusure delle attività produttive durante la pandemia. Ci sono famiglie, infatti, che hanno subito la perdita del lavoro e che, nonostante la lenta ripresa, non riescono a ritrovare occupazione, se non saltuaria, quindi serenità. Questo ci ha spinti a ragionare sulle opportunità che il territorio offre e Fondazione Clerici è sicuramente un’ottima occasione per rimettersi in gioco e rispondere alle esigenze del mondo del lavoro".

Ha continuato il sindaco Raffaele Cucchi:

"La Fondazione Clerici è una realtà molto attiva nella nostra città, tanto è vero che sono molti i giovani che trovano impiego con meno fatica scegliendo il percorso professionale offerto. Questo ci ha fatto riflettere e considerare la possibilità di attivare percorsi di accompagnamento al lavoro prendendo in considerazione anche i servizi di bilanciamento delle competenze, tutoraggio, tirocini e inserimenti lavorativi. Il lavoro è importante per tutti, non sappiamo se a questa opportunità risponderanno maggiormente i giovani o adulti rimasti esclusi dal mondo del lavoro, di certo è un’azione di politiche sociali che intende prevenire povertà sempre più dilaganti e restituire dignità a chi sta vivendo situazioni difficili".