Attualità
CAMICI BIANCHI

Forlani lascia e scoppia l'emergenza medici di base

Il dottore ha terminato il suo incarico facendo diminuire il contingente dei camici bianchi presenti a Villa Cortese, dove ora ne rimangono soltanto tre

Forlani lascia e scoppia l'emergenza medici di base
Attualità Legnano e Altomilanese, 15 Gennaio 2023 ore 16:00

Emergenza medici di base a Villa Cortese. Il dottor Riccardo Forlani, con un cartello affisso fuori dal suo studio, ha da qualche giorno comunicato ai propri pazienti che lascerà l'incarico alla fine del mese di gennaio per dedicarsi alla libera professione.

Scende il contingente di medici a Villa Cortese: ora ce ne sono tre

Il medico, già prima del termine dell'anno appena concluso aveva provveduto ad avvisare l'Ats della propria decisione, sottolineando all'Azienda che la sua sostituzione sarebbe stata prioritaria.  Non è infatti nuova la carenza di medici a Villa Cortese. Qualche mese fa, infatti, la dottoressa Rossella Farcica, sostituta del dottor Giacomo Vignati, rimasto solo qualche mese a Villa Cortese, che a sua volta aveva preso il posto della storica dottoressa Maria Pia Re, era stata spostata in altra sede da Ats. E così, in meno di un anno il contingente di medici di famiglia in paese scende da cinque a tre, rendendo ancor più complessa una situazione già complicata.

Cittadini costretti a recarsi nei Comuni limitrofi

L'Azienda Territoriale Sanitaria non sembra avere l'intenzione di integrare il numero di medici sul territorio comunale, costringendo i cittadini rimasti giocoforza senza ad andare a cercare negli altri Comuni che fanno parte dello stesso Centro di Riferimento Territoriale, ovvero Busto Garolfo, San Giorgio su Legnano, Canegrate e Dairago. Su quasi 6.500 cittadini aventi diritto, la presenza di tre medici (uno non in esclusiva) permette la copertura di neanche 5mila.

L'azione del Comune

«Con riferimento alla problematica legata al termine del servizio a Villa Cortese del dottor Forlani a partire dal 31 gennaio, si informa che l'Amministrazione Comunale ha contattato l'autorità sanitaria della regione Lombardia competente al fine di avere informazioni da comunicare ai cittadini pazienti del dottore, esprimendo preoccupazione per la situazione di incertezza – spiega l'Ente di piazza del Carrccio - A oggi non sono ancora pervenute specifiche indicazioni da parte di Ats e non risultano incaricati medici provvisori in sostituzione».

Per Olgiati e Cagna s'intravede il traguardo pensione

L'orizzonte, poi, è ancor meno roseo, visto che il dottor Olgiati e la dottoressa Cagna potrebbero lasciare nel giro di un paio d'anni, essendo prossimi al raggiungimento dell'età pensionabile. «Una situazione che provoca disagi soprattutto per chi ha difficoltà a spostarsi, a partire dagli anziani, che in alcuni casi devono dipendere da altri, tra famigliari e amici, per poter raggiungere luoghi fuori Villa Cortese – commenta il sindaco Alessandro Barlocco - Stiamo sentendo gli altri Comuni e valutando come muoversi, anche se non dipende direttamente da noi».

Seguici sui nostri canali