Attualità
Coronavirus

Focolaio nella Rsa: 15 anziani positivi al Covid-19

E’ stata necessaria una chiusura straordinaria della struttura di Bollate.

Focolaio nella Rsa: 15 anziani positivi al Covid-19
Attualità Bollatese, 14 Agosto 2022 ore 13:36

Focolaio nella Rsa: 15 anziani positivi al Covid-19. E’ stata necessaria una chiusura straordinaria della struttura di Bollate.

Focolaio nella Rsa Città di Bollate Giovanni Paolo II

Quando l’ondata dei contagi di coronavirus a livello nazionale comincia lentamente a scendere, purtroppo, l’Rsa Città di Bollate Giovanni Paolo II, così come altre, ha contato diversi casi di positività.  E’ stato comunicato ai parenti proprio giovedì della settimana scorsa.

La comunicazione ai parenti

Dal 2 agosto, infatti, è stato riscontrato un piccolo focolaio composto da 2 casi asintomatici e 2 casi paucisintomatici, ovvero con sintomi lievi, quali colpo di tosse secca e febbricola.
Purtroppo, però, si è verificata un’estensione del fenomeno, che ha visto i casi più che triplicarsi. Giovedì, infatti, c’erano 14 casi di positività in più. Alcuni di questi erano debolmente positivi. La maggior parte fanno parte del primo piano della struttura assistenziale.

Le misure di sicurezza

Per i degenti coinvolti sono state disposte misure di isolamento per coorte in un nucleo al primo piano. I dipendenti della struttura stanno effettuando screening su tutti gli ospiti. Chiaramente, non ci sorprendiamo se i casi in questi giorni siano aumentati: le ultime varianti di Covid-19, infatti, sarebbero caratterizzate da un’alta carica virale.

"La situazione è sotto controllo"

L’importante, a questo punto, è che nessuno degli ospiti abbia sintomatologie gravi o necessiti di supporti per la respirazione. Così sembra essere e ci rassicura il sindaco Francesco Vassallo: «La situazione è sotto controllo, giornalmente monitorata - ha informato - Mi hanno subito comunicato dell’accaduto e ho chiesto di rimanere informato per ulteriori risvolti. Ad ora, però, non ce ne sono. Ci sono circa 15 positivi isolati in un nucleo della struttura. Fortunatamente, comunque, sembrerebbe che nessuno di loro sia grave. Questo, sicuramente, anche grazie alla quarta somministrazione di vaccino, avvenuta poco tempo fa».

La struttura chiusa per una settimana

Va da sé, che purtroppo, i parenti degli anziani (di tutti gli ospiti della Rsa) stanno rivivendo il distacco dal proprio familiare: la decisione della struttura, infatti, è stata di sospendere le visite per almeno una settimana anche per chi è risultato negativo al test. Una decisione per preservare la sicurezza non solo degli ospiti, ma anche delle famiglie a casa. Ovviamente, sono state ammesse deroghe con precauzioni ad hoc in caso di situazioni di particolare gravità.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter