Lions club Rescaldina Sempione

Femminicidio, una pianta e una targa in ricordo delle vittime

Sono state collocate nel giardino della Rsa Casa di ospitalità anziani di Rescaldina.

Femminicidio, una pianta e una targa in ricordo delle vittime
Attualità Legnano e Altomilanese, 30 Giugno 2021 ore 14:27

Femminicidio, il Lions club Rescaldina Sempione ha messo a dimora una pianta e posato una targa in memoria delle vittime della strage delle donne.

Femminicidio, con "Un albero per la Vita" il Lions club Rescaldina Sempione ne ricorda le vittime

"Nell'attuale contesto sociale notevolmente complesso, abbiamo realizzato un service particolarmente significativo denominato 'Un albero per la Vita' con la collaborazione della Direzione generale della Fondazione Opera Pia Francesca Colleoni De Maestri - spiega il club - Nel giardino della Rsa Casa di ospitalità anziani di Rescaldina appartenente alla Fondazione, è stata collocata una bella pianta di camelie, fiore orientale, con una targa 'A ricordo delle Vittime di femminicidio' ben visibile a tutti i visitatori, agli ospiti e agli operatori che transitano nel viale principale della struttura assistenziale. E' un modo semplice ma denso di significati per evidenziare un fenomeno che ha ormai raggiunto livelli decisamente elevati per gravità e frequenza. Con tale gesto si è voluto richiamare l'attenzione di tutti su tale situazione sia per contrastarla che per dare motivi di speranza per il futuro".

A promuovere il service è stata Giusi Barilà Massironi, socia del club e componente di New Voices

Il service proposto da Giusi Barilà Massironi, socia del club e componente del Comitato distrettuale Lions New Voices, ha subito raccolto l'adesione dei consiglieri e dei soci del club e della Direzione generale del Gruppo Fondazione Opera Pia Francesca Colleoni De Maestri. Alcuni ospiti della Rsa di Rescaldina si sono offerti di seguire e curare la crescita della simbolica pianta di camelie ubicata in luogo privato ma di grande frequentazione pubblica. La significativa e breve cerimonia ha visto gli iniziali interventi del past governatore distrettuale Lions Carlo Massironi, del presidente del Club Lions Gianclaudio Castellani, della proponente del service Lions Giusi Barilà Massironi e del direttore generale della Fondazione ospitante Lions Paolo Cerruti che ha ringraziato per la scelta del luogo di realizzazione dell'importante iniziativa.

"L'iniziativa potrà essere anche un esempio per realizzare service analoghi da parte di altri club del Distretto"

All'avvio del progetto hanno partecipato i soci Lions Elena Casero, officer distrettuale, Gianfranco Fumagalli, Angelo Mocchetti, Oreste Casati, Paolo Magistrali unitamente ad alcuni operatori della struttura assistenziale: Wanda Nebuloni - medico responsabile, Katia Sansotera - coordinatrice, Eleonora Voltan - responsabile Area operativa, Monica Fiorentino - educatrice. Una rappresentante del personale e degli ospiti della Casa per ospitalità anziani di Rescaldina ha letto una lettera di contenuto molto toccante e umanitario consegnandola poi ai soci del Lions club Rescaldina Sempione. "L'iniziativa potrà essere anche un esempio per realizzare service analoghi da parte di altri Lions club del Distretto Lions 108 Ib1 (92 Club con oltre 2.500 soci nelle province di Varese, Como, Lecco, Sondrio, Monza Brianza e alcuni Comuni dell'area Alto Milanese) spiegano dal club Rescaldina Sempione - Il programma New Voices è stato lanciato dal Lions Clubs International, la più grande associazione di servizio umanitario presente in 208 paesi del mondo, nell'anno lionistico 2018/2019 per celebrare il contributo delle donne e promuovere la parità di genere all'interno del movimento. Nell'anno 2019/2020 il programma è stato ampliato e prosegue per coinvolgere in modo dinamico e innovativo soci Lions e Leo e altre persone in diversi progetti".