Attualità
Nella sede della Cri nazionale

Emergenza Ucraina, un centro di accoglienza straordinaria per i profughi

Il Cas è stato attivato nell'ex officina della Caserma Cadorna di Legnano e potrà ospitare 25 persone.

Emergenza Ucraina, un centro di accoglienza straordinaria per i profughi
Attualità Legnano e Altomilanese, 29 Marzo 2022 ore 11:30

Emergenza Ucraina, la Giunta comunale di Legnano ha approvato la destinazione d’uso di una porzione dell’attuale sede della Croce rossa nazionale di viale Cadorna all’accoglienza dei profughi, in particolare alla creazione immediata di un Centro di accoglienza straordinaria (Cas).

Emergenza Ucraina, un Cas in viale Cadorna

La creazione di un Cas nell’immobile di via Cadorna è resa possibile dal ritorno nelle disponibilità del Comune di Legnano dello stesso da venerdì 1 aprile. La porzione di immobile interessata è quella compresa fra l’ingresso e la sala polivalente e si presenta diviso in stanze, quindi pronto all’utilizzo richiesto dalla prima accoglienza.
"Continuiamo con il nostro impegno per l’accoglienza dei profughi ucraini mettendo a disposizione altri 25 posti dopo quelli attivati due settimane fa e gestiti dall’associazione Cielo e Terra - spiega l’assessore al Benessere e sicurezza sociale Anna Pavan - Lo facciamo cogliendo l’opportunità di un immobile che ritornerà a brevissimo nelle nostre disponibilità e nell’ottica della collaborazione; quella con le associazioni del territorio che abbiano maturato una significativa esperienza nel campo dell’accoglienza, e in questo caso sarà il comitato della Croce Rossa di Legnano a gestire i posti, e con gli altri Comuni del Piano di Zona Altomilanese. Quale Comune capofila abbiamo infatti approvato l’attivazione di ulteriori 50 posti di accoglienza sul territorio, nell’ambito dei 150 previsti dall’accordo con la Prefettura". Di questi 24 sono nel comune di Magnago, 5 in quello di Rescaldina, 8 a Villa Cortese e 13 a Nerviano.
Da ricordare che nel complesso di proprietà comunale di viale Cadorna il comitato cittadino della Croce rossa sta lavorando da febbraio alla realizzazione della sua nuova sede e che parte dell’immobile è utilizzato quale magazzino per le derrate di Solidarietà alimentare, il progetto di cui la Cri stessa è capofila e che coinvolge associazioni e Caritas di Legnano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter