Attualità
SAN VITTORE OLONA

Covid, oltre 270 contagi in paese; il sindaco: "Bollettino di guerra"

Schizza verso l'alto il numero dei positivi, l'appello del primo cittadino alla comunità

Covid, oltre 270 contagi in paese; il sindaco: "Bollettino di guerra"
Attualità Legnano e Altomilanese, 04 Gennaio 2022 ore 10:29

Covid a San Vittore Olona: ben 275 i cittadini positivi al Coronavirus. L'appello del sindaco.

Covid, schizzano i contagi

Se nel 2020 si era toccato quota 140 positivi al Covid, ora ve ne sono ben 275. E' questa la situazione a San Vittore Olona. "Da molto tempo non comunicavo i numeri dei contagi che, confesso, speravo di aver lasciato alle spalle come storia passata - afferma il sindaco Daniela Rossi rivolgendosi ai cittadini - Purtroppo non è così: le segnalazioni di Ats in questi giorni sembrano 'bollettini di guerra' anche se non cruenti. Ritengo, quindi, doveroso informarvi sulla situazione del nostro paese perché le persone coinvolte sono davvero tante e tutti, più che mai, dobbiamo farci carico di rispettare le norme igienico-sanitarie che ben conosciamo. Lo scorso anno avevamo raggiunto un picco di circa 130/140 persone: il resoconto di Ats aggiornato a ieri parla di 275 persone positive. Fortunatamente la maggior parte dei cittadini è stato raggiunto dal virus in forma lieve e solo 5 persone sono ricoverate in ospedale: ciò dimostra che il vaccino è utilissimo. Immaginiamo cosa sarebbe accaduto ai nostri ospedali senza l’aiuto del vaccino!".

L'appello alla comunità

"Nessun uomo è un'isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto (J.D.) - prosegue il primo cittadino - Dobbiamo farci carico di rispettare le norme igienico-sanitarie che ben conosciamo per tamponare il dilagare del virus: mascherina utilizzata nel modo corretto coprendo bocca e naso, distanziamento sociale e igienizzazione delle mani. Un invito ai nostri ragazzi con i quali, spesso, scambio pensieri, proposte e considerazioni: Ragazzi, sapete che contiamo moltissimo su di voi. Dateci una mano rispettando le regole e aiutandoci a farle rispettare.  Non sottovalutiamo le forme leggere o asintomatiche perché sono in grado di contagiare altre persone che potrebbero avere reazioni diverse e più gravi. E' necessario che tutti si faccia la nostra parte con coscienza e responsabilità. A questo proposito riporto un piccola parte di un recente discorso di Papa Francesco che partendo dalla situazione della pandemia in Italia e nel mondo ha allargato l’orizzonte sottolineando quanto sia indispensabile avere una prospettiva globale da parte della comunità internazionale per giungere a 'una maggiore consapevolezza del fatto che siamo una sola famiglia umana; ognuno di noi è responsabile dei propri fratelli e sorelle, nessuno escluso. Questa è una verità che dovrebbe spingerci ad affrontare non solo l’attuale crisi sanitaria, ma tutti i problemi che affliggono l’umanità e la nostra casa comune – povertà, emigrazione, terrorismo, cambiamento climatico, per citarne alcuni – e questo farlo in maniera solidale e non isolata'. Questo è il messaggio del papa al mondo: iniziamo l’anno nuovo cercando di renderlo azione concreta anche qui nella nostra San Vittore Olona".