Attualità
I nuovi progetti

Citta Metropolitana finanzia la mobilità ciclabile

Richiesto dal Comune di Legnano anche il finanziamento per i lavori di deimpermeabilizzazione del terreno.

Citta Metropolitana finanzia la mobilità ciclabile
Attualità Legnano e Altomilanese, 24 Febbraio 2022 ore 14:15

Il Comune di Legnano ha richiesto il finanziamento a Città metropolitana di due progetti di riqualificazione del territorio per una ciclovia e per interventi a livello idrogeologico.

I progetti di finanziamento di Città Metropolitana

Dopo “Come-in”, per la rigenerazione urbana, cui Legnano partecipa con una richiesta di finanziamento per riqualificare i due immobili liberty di via Pontida, il Comune è stato incluso da Città Metropolitana anche in
“Spugna” e “Cambio”, rispettivamente i piani integrati per la progettazione di interventi di invarianza idraulica e idrogeologica e il “Biciplan” della Città Metropolitana, composto da linee ciclabili che collegheranno fra loro le principali città della provincia milanese. Tutti questi piani concorreranno a bandi ministeriali a valere sulle risorse del PNRR.

I due accordi formalizzati

La giunta, su proposta dell’assessore alla Città bella e funzionale Marco Bianchi, ha quindi formalizzato l’adesione a due accordi: per “Spugna” quello con Città Metropolitana e Cap Holding SpA per l’attuazione delle misure del PNRR e del piano strategico; per “Cambio” quello di collaborazione con Città Metropolitana in cui si identificano i corridoi “ciclabili” nell’area metropolitana. Il Piano “Spugna”, per i progetti che interessano Legnano, prevede interventi di invarianza idraulica che puntano a deimpermeabilizzare il suolo di alcune aree di proprietà comunale (il giardino pubblico di Piazza Trento Trieste, i parcheggi di via Gilardelli, di via Matteotti, di corso Magenta e all’incrocio delle vie Rossini-Pastrengo) per diminuire il conferimento dell’acqua piovana in fognatura anche utilizzando la funzione drenante della vegetazione. Legnano rientra fra i soggetti beneficiari di questo piano in forza del suo indice di vulnerabilità sociale e materiale.

Il Piano “Cambio” vede Legnano inserita nella Linea ciclabile radiale 15, che seguirà il percorso del fiume Olona. Il percorso, che si collegherà alla direttrice ciclabile “Move on” in Valle Olona, sarà realizzato con materiali innovativi, dovrà avere un calibro di 4 metri, superiore a quello delle normali ciclabili, e sarà realizzata insieme alla stesura della fibra ottica.

Il commento dell'assessore

«L’amministrazione, sin dal suo insediamento, è impegnata nella ricerca di risorse tramite bandi; un lavoro che, nel primo anno di attività, ha portato a risultati notevoli –sottolinea l’assessore alla Città bella e funzionale Marco Bianchi - Adesso, con l’opportunità rappresentata dalle risorse del PNRR, proviamo a sfruttare tutte le possibilità offerte dai Piani integrati per realizzare opere con ricadute di sicuro impatto su Legnano, in questo caso su aspetti di grande importanza per la nostra comunità e il territorio, l’invarianza idraulica e la mobilità dolce su scala sovracomunale».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter