Menu
Cerca
L'appello: "I nostri bisnonni nacquero qui"

Cinque donne argentine cercano le loro radici cislianesi

L’appello di Jorgelina Serati e delle sue sorelle e cugine di Mar del Plata: “I nostri bisnonni sono nati a Cisliano, vogliamo ricostruire la nostra storia”

Cinque donne argentine cercano le loro radici cislianesi
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 16 Maggio 2021 ore 10:30

L’appello di Jorgelina Serati e delle sue sorelle e cugine di Mar del Plata: “I nostri bisnonni sono nati a Cisliano, vogliamo ricostruire la nostra storia”

Cinque donne argentine cercano le loro radici cislianesi

«Buongiorno, il mio nome è Jorgelina Serati. Vivo a Mar del Plata, in Argentina. Insieme alle mie sorelle e alle mie cugine vogliamo ricostruire la nostra storia familiare. Sappiamo che i nostri bisnonni sono nati a Cisliano. Speriamo che qualcuno possa darci una mano! Grazie mille! Puoi contattarmi su Facebook. Grazie!». Le commedie romantiche ci hanno abituati ai messaggi accuratamente riposti all’interno di una bottiglia in vetro e abbandonati alle onde del mare nella speranza che arrivassero a qualcuno. Jorgelina, invece, il suo appello lo ha lasciato con la stessa speranza sul gruppo social Sei di Cisliano se….

Anche se potrebbe sembrare l’inizio di un romanzo moderno, non è così. Jorgelina è una donna di 46 anni, nata e cresciuta in Argentina, che insieme alle sue sorelle ed alle sue cugine sta cercando di ricostruire i rami del suo albero genealogico rimasti in Italia, più precisamente a Cisliano. La sua richiesta, forse per la dolcezza con cui è stata posta o forse ancora per il periodo che stiamo vivendo e nel quale abbiamo imparato a dare maggior peso ai nostri rapporti affettivi, ha ricevuto numerose risposte di cislianesi che hanno fatto a gara per ricordare il maggior numero di Serati originari o ancora residenti in paese. Tanti nomi, ma nulla di certo, per ora. E così, allora, rimane aperto l’appello delle cinque donne argentine.

Innanzitutto, chi sono le persone che, insieme a te, Jorgelina, stanno cercando i parenti a Cisliano?

Chiacchierando con le mie sorelle e le mie cugine sull’origine della nostra famiglia, ci siamo rese conto che sapevamo davvero poco. Ed è così che ci siamo messe al lavoro. La «squadra di ricerca» è composta, oltre che da me, dalle mie cugine Mariela e Florencia Serati e dalle mie sorelle maggiori Myriam e Laura. Noi cinque siamo nate, cresciute e viviamo ancora a Mar del Plata, una località balneare sulla costa atlantica. Purtroppo, quando nostro nonno Luis è venuto a mancare eravamo ancora delle adolescenti, perciò ci ricordiamo poco di ciò che ci ha raccontato allora.

Cosa ci potete raccontare della vostra famiglia? Da quando vive in Argentina?

Non abbiamo una data precisa di quando i nostri bisnonni si trasferirono in Argentina. In base alle informazioni delle quali siamo in possesso, abbiamo calcolato che il loro arrivo qui sia avvenuto tra il 1908 e il 1909. Il nostro bisnonno si chiamava Felice Serati e, una volta trasferito in Argentina, cambiò il suo nome in Félix. Nacque a Cisliano nel 1870 e morì nel 1942. Anche la nostra bisnonna, Isolina Fagnani, nacque a Cisliano nel 1876 e morì in Argentina nel 1919. Félix e Isolina avevano 11 figli. Ai primi nove, Inocencia, Josefina, Adolfo, Emilia, Juana, Clementina, María (1905 - 2002), Teresa e Carola (nomi probabilmente modificati come fatto dal padre dopo il trasferimento oltre oceano), diede i natali Cisliano, mentre gli ultimi due, Luis (nostro nonno, 1910-1995) e Juan Vittorio nacquero in Argentina. In base a queste informazioni abbiamo dedotto il periodo in cui la nostra famiglia arrivò qui

Qualcuno di voi o della vostra famiglia è mai stato qui a Cisliano?

Negli anni ’70 venne lì un cugino di mio padre, figlio di Josefina Serati, mentre nel 1980 mio padre Jorge, che oggi ha 80 anni, e mia madre Sara Moizé fecero una tappa molto breve a Cisliano. Purtroppo, fu una visita così veloce da riuscire a malapena a camminare per le strade del paese e a parlare con poche persone del posto. Quindi non fu molto quello che riuscirono a scoprire. Però conserva ancora qualche fotografia scattata per le vie del paese

 Jorgelina, perché volete trovare i vostri parenti qui?

Sono sempre stata una persona molto curiosa e mi piace «indagare», infatti sono un produttore giornalistico di Radio Atlántica de Mar del Plata. Proprio in questo periodo di Covid, in uno dei programmi che produco, abbiamo deciso di mandare in onda le storie degli argentini che vivono all'estero in modo che possano raccontarci un po’ delle loro vite e di come stanno affrontando la pandemia. Abbiamo realizzato più di duecento interviste di questo tipo. Oltre a questo, la mia curiosità viene continuamente accresciuta anche dalle possibilità e dalla riduzione delle distanze che oggi offrono i social. Pensare di trovare, dall’altra parte dell’oceano, persone con il mio stesso cognome mi fa venire sempre più voglia di poterle incontrare e conoscere. Mi entusiasma particolarmente l’idea di trovare persone con cui, magari, condivido più del nome di famiglia, come, ad esempio, gusti simili o somiglianze fisiche!

Cosa farai se dovessi riuscire a trovare i tuoi parenti?

Sicuramente parlerei senza sosta e vorrei sapere tutto di loro. Amo avere contatti con le persone! Mi piacerebbe anche riuscire a fare un viaggio lì: passeggerei per le vie di Cisliano alla ricerca dei luoghi in cui sono stati i miei bisnonni tanti anni fa e farei molte foto. Mi piacerebbe conoscere le usanze e le tradizioni del paese dal quale deriva la mia famiglia e offrirei ai miei parenti cislianesi un mate, una tipica bevanda argentina preparata con l'infusione delle foglie di erba mate essiccate, simile ad un té. Mi auguro che, leggendo questo articolo, diversi membri della nostra famiglia possano contattarmi: sarebbe un onore poterli conoscere! Se qualcuno di loro volesse mettersi in contatto con me potrebbe farlo tramite Facebook (Jorgelina Serati) o tramite la mia email jogiserati@hotmail.com.