Attualità
Salute pubblica

Carenza medici di base: la Lega scende in piazza per chiedere inversione di tendenza

Appuntamento in diverse piazze lombarde sabato 12 e domenica 13 marzo con i gazebo della Lega.

Carenza medici di base: la Lega scende in piazza per chiedere inversione di tendenza
Attualità 10 Marzo 2022 ore 17:16

Sabato 12 e domenica 13 marzo 2022 Lega in piazza con banchetti e gazebo in tutta la Lombardia per chiedere un aumento del numero di medici di base.

I gazebo nelle piazze lombarde

La carenza di medici di base in tutte le province lombarde sta causando in moltissimi comuni disagi ai cittadini che spesso devono cercare il proprio medico nei paesi limitrofi o sono costretti a dover passare da un medico provvisorio all'altro.

"Sabato e domenica, ancora con tutte le precauzioni del caso, saremo nelle piazze lombarde con oltre 500 tra banchetti e gazebo, dove i cittadini lombardi troveranno i nostri deputati, senatori, europarlamentari, consiglieri regionali, ognuno presente sul proprio territorio per dare informazioni e confrontarsi su problemi o necessità - ha dichiarato l'onorevole leghista Fabrizio Cecchetti - Ci prepariamo ad una grande mobilitazione, cui ne seguirà un’altra analoga nel fine settimana successivo, per lanciare una battaglia di buon senso e attualità, quella sulla carenza dei medici di base sul territorio lombardo".

L'onorevole Fabrizio Cecchetti

I tagli alla sanità pubblica lombarda

"Negli ultimi dieci anni i Governi, quasi tutti a trazione PD, di Monti, Letta, Renzi, Gentiloni e il Conte bis, hanno inferto insensati tagli da 37 miliardi al sistema sanitario lombardo, di cui 9 miliardi solo il governo Letta - ha affermato Cecchetti -  Risorse tolte alla cura dei cittadini, ai servizi e tra questi i medici di base: nell’ultimo decennio lo Stato ha attribuito alla Lombardia un numero di nuovi medici di base inferiore ai pensionamenti, tagliando circa 1.000 medici in 10 anni e portando la Lombardia ad essere la regione con meno medici di famiglia in Italia (61 ogni 100.000 abitanti rispetto ai 74 del Lazio e agli 80 della Puglia). Per questo la Lega scende in piazza e avvia una petizione popolare per raccogliere le firme dei cittadini e indirizzarle al ministro della Salute, Roberto Speranza, e sollecitarlo a invertire la rotta e a risolvere questo problema. Dai prossimi giorni sarà poi possibile sottoscrivere questa petizione online sul sito www.legalombardasalvini.com".

Ricordiamo che la Regione Lombardia, pur competendo la gestione dei medici direttamente al Ministero della salute, ha tentato di mitigare questa carenza, attraverso la revisione della legge sanitaria, approvata a novembre, che ha stanziato 2 miliardi per il potenziamento della medicina territoriale e ha messo in campo una serie di iniziative, tra cui l'inserimento del tirocinio professionalizzante per permettere agli specializzandi che frequentano il terzo anno di corso di perfezionare il proprio percorso formativo sul campo.

Torniamo in piazza tra la gente, con il sole o con la pioggia, per avviare questa petizione, ma anche per ascoltare e prendere nota di quanto ci verrà chiesto e segnalato dai cittadini, dare informazioni e risposte su quanto sta facendo la Lega al Governo e in Regione Lombardia per i nostri territori e a riguardo distribuiremo anche dell’apposito materiale informativo. Non solo, a tutti i nostri gazebo o banchetti sarà possibile effettuare il tesseramento per l’anno 2022 per la Lega Salvini Premier.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter