Attualità
Pregnana

Caldaia rotta, a Pregnana scuola al freddo

Alla scuola Manzoni necessario l'intervento dei tecnici, ma per ora si resta al freddo

Caldaia rotta, a Pregnana scuola al freddo
Attualità Rhodense, 03 Novembre 2021 ore 10:35
La caldaia non parte, scuola al freddo a Pregnana.

Caldaia rotta

"Questa mattina la caldaia della scuola primaria ha avuto un guasto molto grave".  Con queste parole il sindaco di Pregnana Angelo Bosani ha comunicato nel pomeriggio di ieri quanto accaduto alla scuola Manzoni nella mattina di ieri. Di rientro dal weekend "lungo" del primo novembre, infatti, il riscaldamento dell'edificio dove studiano oltre 400 bambini non è partito a causa di un guasto, obbligando i piccoli e le loro insegnanti a fare lezione al freddo.

Lezione al freddo

"I tecnici incaricati della manutenzione sono intervenuti in giornata ma non è stato possibile far ripartire l’impianto. Nella giornata di domani verrà effettuato un nuovo intervento e saranno programmate le attività conseguenti. Nel breve periodo il Comune si sta attrezzando per ripristinare il funzionamento dell’impianto o – nella peggiore delle ipotesi – per sostituirlo con un impianto di emergenza provvisorio. Questa attività richiederà comunque qualche giorno, di conseguenza nel frattempo la scuola non sarà riscaldata. Abbiamo già concordato con la Direzione didattica le comunicazioni da fornire ai genitori (in primo luogo, banalmente, in relazione all’abbigliamento dei bambini e delle bambine). Successivamente il Comune procederà alla sostituzione della caldaia (cosa che era già in programma e per la quale era anche stato chiesto un finanziamento). Questa attività richiederà un tempo più lungo per ordinare e installare il nuovo impianto, ma nel frattempo sarà rimessa in funzione la caldaia attuale (se riparabile) o quella provvisoria. Ci dispiace per il disservizio e per i disagi causati agli alunni e al personale scolastico. Domani mattina, dopo il nuovo intervento dei manutentori, potremo essere più precisi in merito ai tempi di ripristino".
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter