Attualità
arese

“Biblio Party”: all'Agorà la festa per i giovani

Il sindaco: "La sfida è far sì che questo sia solo un inizio"

“Biblio Party”: all'Agorà la festa per i giovani
Rhodense Aggiornamento:

“Biblio Party”: all'Agorà di Arese la festa per i giovani.

“Biblio Party”: all'Agorà la festa per i giovani

Domenica 16 luglio è andato in scena ad Arese - città che si conferma, ancora una volta, al passo con i giovani - l’evento “Biblio Party”.

Per celebrarlo, l'Agorà si è resa, al contempo, motore e punto d’aggregazione della festa di fine sessione, aprendo le porte al diletto, alla musica e soprattutto alla convivialità.

Attraverso un radio aperitivo, in collaborazione con Radio 20 Zero, e a seguire un dj set tenuto dal collettivo dello Youngdoit, la biblioteca è riuscita a richiamare ragazze e ragazzi non solo di Arese: un successo oltre le aspettative.

«Gli studenti ce lo hanno chiesto e noi lo abbiamo organizzato insieme a loro e al collettivo Youngdoit», ha affermato Denise Scupola, assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili. Va sottolineato, infatti, come il Comune abbia fin da subito approvato e supportato l’iniziativa, in linea con una prospettiva politica che investe nel protagonismo dei ragazzi e delle ragazze, affinché siano loro a ideare e organizzare attività per i giovani e con i giovani.

Il fil rouge sotteso all’evento si può individuare anche nelle parole del sindaco Luca Nuvoli: «Questa iniziativa va contestualizzata in un’idea più generale che vede i giovani protagonisti e motore attivo nelle scelte e nelle proposte che li riguardano. La sfida è far sì che questo sia solo un inizio, avvicinare tanti altri ragazzi e rendere sempre più bella la nostra Arese».

Il messaggio che si vuole trasmettere attraverso questo evento è come cultura e svago, divertimento e riflessione critica possano combaciare e, anzi, vadano incentivati, come il Comune di Arese si sta impegnando a fare, ascoltando le richieste dei più giovani.

Non è un caso, dunque, che “Biblio Party” si sia tenuto in uno dei luoghi meno canonici per una festa: la biblioteca, un luogo, come gli organizzatori hanno sostenuto, che non è e non può essere solo di fatiche universitarie, ma anche di socialità, da sperimentare in tutte le sue molteplici sfaccettature.

Seguici sui nostri canali