Attualità
prevenzione

Attenzione alle truffe: cinque incontri per evitare sorprese

La campagna informativa dell’assessorato alla Sicurezza di Garbagnate ha pianificato 5 incontri dislocati in diversi quartieri

Attenzione alle truffe: cinque incontri per evitare sorprese
Attualità Rhodense, 15 Dicembre 2022 ore 11:19

Una serie di cinque incontri a Garbagnate Milanese dedicato alle persone anziane per evitare di essere truffati e sapere sempre cosa fare in caso di emergenza.

Evitare le truffe: i consigli di Comune e Forze dell'ordine

La campagna informativa dell’assessorato alla Sicurezza di Garbagnate ha pianificato 5 incontri dislocati in diversi quartieri, per tentare di portare l’informazione sotto casa ad una platea molto ampia di cittadini. I primi 2 incontri mercoledì e giovedì scorso nel Salone San Giovanni di via Fametta e all’oratorio San Luigi. Teresita Comi responsabile dei Servizi Sociali con il Comandante della stazione dei carabinieri Giuseppe Maugeri hanno spiegato le tecniche per non farsi imbrogliare dagli estranei che entrano in contatto con noi. Illustrati tutti i metodi dei truffatori per entrare nelle case e carpire la fiducia con l’uso della cortesia. Dopo la diffidenza massima la raccomandazione è avere rapporti di buon vicinato.

«Il vicino di casa è una risorsa - spiega la Comi - Non bisogna mai farsi sopraffare dall'ansia quando un estraneo dice che deve entrare in casa per un guaio. Il guaio è solo l’estraneo – spiega il comandante – E’ importante, in caso di dubbio, chiamare subito il 112 e spiegare cosa ci sta succedendo».

Il vissuto dei presenti

Dal pubblico sono arrivati racconti di casi personali: dalla ragazza che si è spacciata per la figlia di una pensionata ma è stata smascherata oppure la telefonata che avvisava un garbagnatese che la banconota con cui hai fatto benzina era falsa. Tutte bugie. I consigli dispensati dai carabinieri sono stati tanti: pochi contanti in casa, sbarre alle finestre se siete al piano rialzato, ori nelle cassette di sicurezza e mai nessun estraneo in casa. Ma non basta ancora perché le truffe arrivano anche con messaggi sul telefono quando una finta banca ti chiede dati personali. Un mondo tutto da imparare come una lezione scolastica perché i criminali sono sempre più furbi”. Il 3° incontro si terrà giovedì 12 gennaio nell’oratorio di via Pasubio. Giovedì 19 gennaio nell’oratorio San Carlo di via Battisti e un ultimo appuntamento al Centro Varietà di via Bolzano il 26 gennaio.

Seguici sui nostri canali