Attualità
Mesero

Arte e gastronomia: successo per l'iniziativa di Pro loco

Ottima partecipazione a Mesero per l'iniziativa di Pro loco insieme al gruppo Occhio di Cuggiono

Arte e gastronomia: successo per l'iniziativa di Pro loco
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 25 Gennaio 2023 ore 17:03

La Pro loco facile profeta, aveva previsto il successo che puntualmente si è avverato. La mostra «La bellezza del vecchio», per rappresentare l’arte e lo stufato d’asina come gastronomia oltre ai laboratori di fumetti e di pittura, l’associazione  del cerchio rosso meserese ha presentato un’accoppiata protagonista per due giorni.

Arte e gastronomia: successo per l'iniziativa di Pro loco

Il talento creativo lo ha attinto dal gruppo artistico Occhio di Cuggiono,  l’arte culinaria da quella manciata di cuochi ossonesi, famosi  per essere entrati nel Guinness  dei primati con la pentola di cassoeula più grande del mondo una ventina di anni fa. Sabato e domenica il centro sociale di via Piave ha catturato le buone forchette, almeno centoventi ai tavoli, più altre razioni  come asporto e gli amanti dell’inventiva avevano esposto sul lato più lungo del salone trentasei opere pittoriche, fotografiche e  scultoree di raku. Già, perché il  gruppo artistico Occhio, come ha affermato  il presidente Maurilio Garascia: «è composto da artisti molto differenti tra loro, con un proprio linguaggio e caratteristiche personali».  Una gigantesca tavolozza all’entrata a fianco dell’ulivo, per attirare l’attenzione, la due giorni ha avuto il suo incipit con l’inaugurazione della mostra sabato pomeriggio.

I laboratori artistici

In tanti hanno partecipato anche ai laboratori di fumetti e di pittura. L’approccio al fumetto era attraverso il disegno di  un manichino, base per creare un personaggio con le giuste proporzioni, per poi vestirlo e darli un volto. Docente, Stefano Ronconi, proviene dalla scuola del Fumetto di Milano e adesso di professione fumettista per editori francesi.  Giacomo Bonetti invece insegnava la tecnica della pittura ad acquarello, la più difficile. Vietato sbagliare,  con l’acquarello non è possibile andare sopra al colore. Mezzo secolo che dipinge, però sempre a livello di amatore. «Non ho mai voluto entrare nel professionismo. La lezione di oggi era per far capire come utilizzare gli strumenti per la pittura».

57724117
Foto 1 di 4
57724111
Foto 2 di 4
57724108
Foto 3 di 4
57737743
Foto 4 di 4
Seguici sui nostri canali