Attualità
ATTENZIONE PER L'AMBIENTE

Al via la riforestazione di Inveruno: previsti oltre 4 ettari di alberi

Il progetto si è classificato quarto in graduatoria, ottenendo un finanziamento di 440mila euro da parte di Città Metropolitana

Al via la riforestazione di Inveruno: previsti oltre 4 ettari di alberi
Attualità Legnano e Altomilanese, 26 Ottobre 2022 ore 15:58

Via alla riforestazione nel Comune di Inveruno: prevista la messa a dimora di oltre 4 ettari di alberi.

Gli interventi ai nastri di partenza

Stanno per iniziare gli interventi di forestazione per l'incremento del capitale naturale e la tutela della biodiversità nel Comune di Inveruno, tramite i finanziamenti ottenuti da Città Metropolitana attraverso la partecipazione, nel 2021, al Bando Costa, una rilevante iniziativa di livello nazionale per la creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane. “Città Metropolitana di Milano nell’arco di un anno ha ottenuto il finanziamento di tutti e 9 i progetti presentati nell’ambito del bando istituito dal Ministero della Transizione Ecologica, contribuendo così alla crescita e allo sviluppo ulteriore del progetto Forestami”. I terreni, messi a disposizione per il progetto , sono di proprietà comunale, dei quali il più vasto si trova in via Varese ed è stato recentemente acquisito dal Comune in cambio di opere di urbanizzazione ormai non più necessarie contenute nella convenzione Fincoin (Residence Laghetto).

"Gli interventi in aree di estremo interesse dal punto di vista ambientale", spiega l'assessore Zanzottera

“Il progetto si è classificato quarto in graduatoria, ottenendo un finanziamento di 440.000 euro, che consentirà la realizzazione dell’intervento e il suo mantenimento per i sette anni successivi, fino a completa maturità – spiega Maria Zanzottera, assessore inverunese con delega ad Urbanistica, Lavori Pubblici, Edilizia Privata - Le aree oggetto di intervento, situate tra via Varese, la S.P.34 e il Bosco dei Galletti, ricadono in un ambito di estremo interesse dal punto di vista ambientale e paesaggistico, in quanto posizionate lungo il Corridoio Ecologico Primario di collegamento tra il Parco del Ticino e il P.L.I.S. del Gelso, e sono in grado di connettere alcune importanti aree vincolate dalla normativa regionale, considerate strategiche nella protezione del patrimonio ecologico, naturalistico e ambientale della cintura milanese”.

I numeri del progetto

Il progetto, tramite gli interventi di forestazione previsti, contribuirà fortemente ad attutire gli impatti ambientali generati dagli assi viari di scorrimento presenti in zona e a consolidare i caratteri naturali dei terreni liberi tra i vari insediamenti, grazie ad una cospicua e fitta vegetazione di specie arboree ed arbustive. Su una superficie di oltre 4 ettari verranno messi a dimora oltre 7.300 tra alberi ed arbusti, nonché oltre 200 piante ‘a pronto effetto’. Oltre agli aspetti ambientali e di fruizione dell’area, una componente importante è l’impatto che l’intervento di riforestazione avrà nel tempo sulla qualità dell’aria; i finanziamenti, infatti, sono primariamente destinati alle zone oggetto delle procedure di infrazione comunitaria di cui, purtroppo, il Comune di Inveruno fa parte. L’area di intervento verrà inoltre messa in comunicazione, grazie ad una rete di percorsi fruitivi, con il vicino Bosco dei Galletti, realizzato nel 2015. La tipologia di bosco scelta è quella del querco-carpineto planiziale. I querco-carpineti rappresentano quello che un tempo era la vegetazione di buona parte della pianura padana. La loro attuale limitata diffusione sul territorio è dovuta al fatto che essi si collocavano nelle aree maggiormente influenzate dall’attività antropica sia in termini di urbanizzazione che di sfruttamento agricolo.

La ricca componente arbustiva, che fa del querco-carpineto uno dei boschi più complessi, verrà localizzata principalmente in corrispondenza dei margini, in modo da formare zone che crescano progressivamente dall’arbusteto esterno, verso il bosco ad alto fusto nella zona centrale.

“In questi anni in cui tutti noi assistiamo, spesso ormai impotenti, ai drammatici cambiamenti climatici in atto, basti pensare alla grande siccità estiva e a questo autunno così caldo, ampliare le aree verdi e rimettere la natura al centro delle priorità amministrative è fondamentale – spiega Sara Bettinelli, sindaco di Inveruno – Il tutto, senza contare che porterà ad una nuova, vasta, area fruibile per famiglie e cittadini. Siamo orgogliosi di aver vinto questo prezioso bando, vittoria non casuale ma giusto seguito di politiche amministrative lungimiranti: tra i requisiti principali vi era la più alta fruibilità dell’area con percorsi ciclopedonali che negli anni abbiamo ampliato in tutta Inveruno, collegando il paese anche a quelli vicini. Siamo orgogliosi di proseguire il nostro lavoro per donare un futuro migliore ai nostri cittadini e al territorio”.

Seguici sui nostri canali