Crisi afghana

Accoglienza profughi, Corbetta e Arluno sono pronti

Il dibattito si è acceso anche nel nostro territorio.

Accoglienza profughi, Corbetta e Arluno sono pronti
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 30 Agosto 2021 ore 11:13
Il tema dell'accoclienza degli afghani in fuga dai Talebani tocca anche il nostro territorio.  Arluno e Corbetta rompono il silenzio  e aprono all'arrivo di rifugiati.

Arluno: "Pronti a fare la nostra parte, ma attendiamo indicazioni"

Da Arluno  disponibilità ma invito ad attendere indicazioni: "Alcuni cittadini hanno sollecitato una posizione mia e dell'Amministrazione su questo tema attuale e molto preoccupante per l'equilibrio del mondo - afferma il sindaco arlunese, Moreno Agolli - Sono contento che diversi cittadini si siano dichiarati disponibili in caso di bisogno e di richieste di aiuto. Io ho scritto, come molti altri sindaci, che siamo pronti a fare la nostra parte, come è sempre stato fatto per situazioni simili pregresse. Tuttavia, al momento vi è molta confusione, lo vediamo e lo capiamo dalle notizie che ci arrivano. Abbiamo tutti segnalato che servono azioni coese e coordinate, interventi sparsi aumenterebbero ulteriormente questa confusione. Serve una gestione centralizzata dell'ospitalità e leggo che a Milano questo coordinamento sembra essere iniziato. Pertanto, ringraziando ancora per la disponibilità espressa, direi di rimanere in attesa di notizie che possano permettere eventuali azioni corrette ed efficaci per il bene di chi deve essere accolto".

Corbetta pronta a ospitare un famiglia di profughi

"Da giorni vediamo come la situazione in Afghanistan sia davvero angosciante e pericolosa per tante donne, uomini e bambini, soprattutto per coloro che hanno collaborato al tentativo di portare democrazia, libertà e diritti nel paese. Da giorni ci scandalizziamo, condanniamo il nuovo regime e solidarizziamo coi profughi. Dobbiamo fare qualcosa, tutti noi nel nostro piccolo - spiega il sindaco corbettese Marco Ballarini - A nome della città di Corbetta abbiamo contattato la Croce Rossa, che come sempre sta gestendo questa emergenza umanitaria, e abbiamo dato la disponibilità di un alloggio per ospitare una famiglia di profughi afgani. La Sala Operativa Regionale della Croce Rossa sta studiando la soluzione per i prossimi passi! Corbetta ha un grande cuore e nel caso andasse a buon fine, sono certo che tutta la nostra famiglia si mobiliterà per sostenere questo progetto ed accogliere queste persone. Se ogni comune si prendesse in carico una famiglia, avremmo accolto tutti i profughi".