Menu
Cerca
Tutti fuori

A Rho tassa di occupazione del suolo pubblico gratis fino a giugno

Prosegue l’iniziativa dell’Amministrazione comunale Tosap Stop: “Bar e ristoranti possono occupare gratuitamente parcheggi e spazi esterni con una procedura più snella e flessibile”

A Rho tassa di occupazione del suolo pubblico gratis fino a giugno
Attualità Rhodense, 22 Aprile 2021 ore 13:09

Il Comune di Rho promuove le attività all’aperto e lo fa rinnovando la gratuità della Tosap, la Tassa di occupazione di suolo pubblico, fino a giugno.

A Rho tassa di occupazione del suolo pubblico gratis fino a giugno

Le attività commerciali possono occupare lo spazio di fronte alla propria attività o spazi limitrofi, previo consenso dei vicini, o occupare spazi destinati a parcheggi in caso di marciapiedi troppo stretti. Semplificata anche la procedura per richiedere l’occupazione.
L’esenzione di pagamento della tassa, già in vigore nel 2020 per tutte le attività commerciali, era stata approvata in un primo tempo da gennaio a marzo 2021 con i finanziamenti di “Fondo Rilancio Rho”, lo stanziamento voluto proprio per la ripartenza (10mila euro l’importo). Ora la misura è stata estesa fino a giugno 2021, in attesa di nuove disposizioni nazionali che proroghino la misura fino a fine anno.

Le parole del vice sindaco

“In questo ultimo anno molte attività hanno già colto l’opportunità di mettere tavoli e sedie su strade e marciapiedi, inaugurando così un nuovo modo di vivere la città – afferma il vice sindaco e assessore al Commercio ed Attività produttive, Bilancio e Tributi Andrea Orlandi – Nel 2020 abbiamo ricevuto 55 domande di utilizzo del suolo pubblico, mentre nel 2019 erano state 34: ci auguriamo che altre si aggiungano a questa iniziativa, che va nella stessa direzione delle direttive governative che prevedono la possibilità di aprire bar e ristoranti nelle zone gialle a pranzo e a cena con tavoli all’esterno. Grazie ai bandi che abbiamo promosso l’anno scorso per favorire la ripartenza del commercio, alcuni esercenti sono anche riusciti a ottenere finanziamenti per realizzare dehor e arredare l’esterno”.