Attualità
Attualità

A Rho per la sicurezza più agenti e nuove telecamere

Presto saranno operativi anche sei nuovi agenti di Polizia Locale

A Rho per la sicurezza più agenti e nuove telecamere
Attualità Rhodense, 07 Ottobre 2022 ore 09:52

l tema sicurezza è uno di quelli a cui il Sindaco di Rho Andrea Orlandi presta maggiore attenzione, avendo avocato a sé la delega alla Polizia locale e avendo a cuore il benessere di ogni rhodense.

Maggiori controlli nei punti sensibili

In seguito ai fatti avvenuti di recente in piazza Libertà e alle interrogazioni che già hanno avuto risposta in consiglio comunale, oltre alle scelte già compiute nel corso dell’estate, il Sindaco ha avuto ulteriori interlocuzioni nei giorni scorsi sia con la Compagnia dei carabinieri e la Stazione dei carabinieri di Rho sia con il commissariato della Polizia di Stato. Sia l’Arma sia la Polizia hanno avviato specifici controlli sull’area nei pressi della Stazione ferroviaria, in particolare nella fascia oraria dalle 19 fino all’1 di notte.

Per quanto riguarda il corpo della Polizia locale, a partire dal primo settembre scorso, in seguito alle specifiche direttive del Sindaco Andrea Orlandi e del Vice Sindaco Maria Rita Vergani, un apposito Ufficio Radiomobile nucleo controllo centro, con quattro agenti impegnati nei pattugliamenti, controlla in modo particolare il centro cittadino, la Zona a traffico limitato, la zona della Stazione FS, le aree verdi attigue compreso il Santuario e il Cimitero centrale. Il personale vigila anche sulla sicurezza generale delle strutture pubbliche comunali ubicate nel centro storico.

“Polizia di Stato e carabinieri hanno avviato interventi ad alto impatto, in particolare in piazza Libertà nelle ore buie, fin dalle 19, quando rientrano in treno gli ultimi pendolari. La Polizia Locale prosegue i controlli con il Nucleo Centro dalle 8 alle 20: la zona vicina alla Stazione FS, crocevia di passaggi e incontri, è costantemente presidiata – precisa il Sindaco – Le statistiche relative ai reati non indicano un incremento di casi, ma il presidio prosegue. Lavorando sulla percezione di sicurezza possiamo contare ora su un centinaio di telecamere e altre saranno aggiunte. Il bando per collegarle anche alla centrale della Polizia di Stato è stato approvato ma per il momento non finanziato, confidiamo di ottenere i fondi nel prossimo futuro. Poter contare su 100 occhi è positivo e le registrazioni si sono rivelate utili in diverse indagini”.

Più agenti lungo le strade

Presto al novero degli agenti già attivi si aggiungeranno sei nuovi elementi. Sono in corso le selezioni, in seguito al bando di concorso emesso nei mesi scorsi.

Il corpo della polizia locale rhodense, coordinato dal comandante Antonino Frisone, conta al momento 40 membri. L’Amministrazione comunale è impegnata a riportare a un numero adeguato il corpo, rispettando la media di un agente ogni mille abitanti. Entro il 2024 si dovrebbe arrivare a 50 unità.

“Sono 405 le persone ammesse alla selezione per sei posti di agente di polizia locale, che avverrà con formula telematica garantendo la partecipazione anche a chi abita molto lontano - commenta il comandante Antonino Frisone – Questo dato è già fonte di grande soddisfazione, confidiamo di trovare al più presto nuove risorse che permettano di potenziare il controllo del territorio e i servizi in carico al nostro comando. Il concorso permetterà di formare una graduatoria a cui attingere in futuro anche in occasione di pensionamenti o mobilità. Il mandato dell’Amministrazione comunale è quello di implementare la polizia di prossimità e il Nucleo attivo in centro risponde a questo obiettivo. Ci confrontiamo continuamente con Polizia di Stato, Carabinieri e Polfer e il sistema integrato di videosorveglianza ha permesso di risalire agli autori di furti e danneggiamenti, anche grazie all’attenzione del nostro personale dedicato alla visione delle immagini”.

Quanto alle sanzioni per infrazioni al Codice della Strada, nel 2022 sono state finora 15.000. Sono state implementate le strumentazioni e i veicoli del parco mezzi, con l’aggiunta di due scooter e di una auto civetta. Si punta ad acquistare nuovi narcotest ed etilometri, per rinnovare tutte le dotazioni.

Un altro servizio della Polizia Locale è legato al progetto “A scuola sicuri” finanziato da Regione Lombardia: “Grazie anche alla Protezione civile potremo attivare esercitazioni per l’evacuazione di due scuole primarie per un totale di otto classi – spiega il comandante Frisone, affiancato dal vice comandante Marcello Riva – In tre centri anziani (Stella Polare, Passirana e Terrazzano) organizzeremo anche incontri per la prevenzione delle truffe. Infine, l’educazione stradale: 16 gli incontri nelle classi, due le uscite al parco. In tre mattinate differenti sono stati in visita al comando i bambini di tre scuole dell’infanzia”.

Videosorveglianza: nuove telecamere

Per quanto riguarda la videosorveglianza, sono state installate di recente venti nuove telecamere in nove parchi cittadini, collegate alle centrali operative della Polizia locale e della caserma dei carabinieri di via Pertini. Si tratta di luoghi individuati anche in relazione a segnalazioni e criticità:

Parco dei Fontanili, accesso da via San Martino, Parco via Togliatti, Parco via Dei Ronchi, Parco Dei Giusti in via Redipuglia, Parco di via Goglio, Parco via Labriola, Parco via Pirandello, Parco via Don Mazzolari, Parco di via Torino dietro lo scalo ferroviario.

 

“L’installazione si è conclusa a fine settembre nei nove parchi indicati. Abbiamo vinto un bando regionale per 100mila euro, 20mila sono stati a carico dell’Amministrazione comunale per la posa di venti telecamere. Lavoreremo anche sull’illuminazione: i contratti vincolano al risparmio energetico ma su alcune aree agiremo sulla intensità della luce mantenendola più alta nelle aree critiche, come ad esempio la piazzetta dell’ex OVS oggetto di diversi vandalismi - dichiara l’assessore a Lavori Pubblici e Smart City Emiliana Brognoli – Le immagini registrate dagli altri 70 impianti di videosorveglianza hanno già permesso di risalire nei mesi scorsi ai responsabili di situazioni di degrado e piccole risse. Il fatto che i dati siano messi in rete tra le forze dell’ordine e fruiti da più soggetti rappresenta una ulteriore garanzia per i cittadini rhodensi e per la loro sicurezza. Oggi, oltre a quanto indicato, possiamo contare su impianti installati negli anni passati che sorvegliano l’area del palazzo comunale, di piazza Visconti e piazza San Vittore, gli uffici dei Servizi alla persona in via De Amicis, Villa Burba, il perimetro esterno del comando di Polizia locale, il sottopasso ferroviario RFI tra via Magenta e piazza Libertà con annesso deposito di biciclette, il parco pubblico di via Mazzo, parco Europa, il parco della Legalità di via San Bernardo e piazza Costellazione. Due Targa System controllano le targhe in entrata e in uscita su corso Europa”.

 

 

Seguici sui nostri canali