A Buscate sulla s.P. 34 per Turbigo è attivo un nuovo dispositivo di rilevamento delle infrazioni di passaggio con il semaforo rosso

A Buscate sulla s.P. 34 per Turbigo è attivo un  nuovo dispositivo di rilevamento delle infrazioni di passaggio con il semaforo rosso
Attualità 09 Agosto 2021 ore 10:51

Sono terminati i lavori di installazione del dispositivo di rilevazione delle infrazioni di passaggio semaforico che Città Metropolitana di Milano, nell’ambito del Progetto Sicurezza Milano Metropolitana, ha installato sulla S.P. 34 per Turbigo, nel territorio del comune di Buscate. Il dispositivo si trova all'incrocio di viale 2 Giugno con via Guglielmo Marconi e via per Cuggiono.

A partire dalle ore 22.00 di martedì 10 agosto 2021 sarà attivo il dispositivo per il controllo degli impianti semaforici in particolare sull’intersezione con S.P. 117 Robecco - Bienate e Via Guglielmo Marconi, sulla S.P. 34 per Turbigo:

  • TELECAMERA 1 S.P. 34 direzione Inveruno;
  • TELECAMERA 2 S.P. 34 direzione Castano Primo.

Il dispositivo è preceduto da segnaletica di presegnalazione in entrambe le direzioni. E, grazie a filmati che registrano sia gli avvenimenti precedenti che quelli successivi all’infrazione, è in grado di documentare chiaramente tutta la dinamica dell’infrazione. Nella stessa inquadratura è riportato sia il veicolo con la targa in chiara evidenza sia la lanterna semaforica rossa accesa. 

Gli apparati installati sono omologati dal Ministero dei Trasporti e rispettano le vigenti norme in fatto di privacy e sicurezza. Sono completamente digitali e, attraverso un collegamento telematico, consente agli Agenti di poter acquisire direttamente i video delle infrazioni operando efficacemente in ogni condizione ambientale, anche durante le ore notturne. 

Il sistema utilizzato è attivato solo dopo una perizia che certifica la durata del giallo, fornita da un laboratorio accreditato. Ogni informazione aggiuntiva è consultabile all’interno del portale informativo per il cittadino (www.cittametropolitanamilano.titan21.it).

Questa ulteriore installazione contribuisce a rendere le strade gestite da Città Metropolitana ancora più sicure, grazie ad un’ormai capillare presenza di dispositivi smart che dialogano e interagiscono con l’ecosistema Titan®, la piattaforma proprietaria di Safety21 certificata AGID (Agenzia per l’Italia digitale) in dotazione alla Polizia Locale, la quale riceve e gestisce in cloud informazioni, dati e immagini utili per la constatazione di eventuali infrazioni e per l’elaborazione scientifica di analisi sul traffico.

Per aggiornamenti sul Progetto Sicurezza Milano Metropolitana nella sua interezza è sufficiente consultare il sito web www.progettosicurezzamilanometropolitana.it che approfondisce ogni aspetto del progetto.