Sequestrati a Garbagnate 12 chili di fuochi d'artificio

Sequestrati a Garbagnate 12 chili di fuochi d'artificio
Altro Rhodense, 01 Gennaio 2020 ore 12:22

Denunciato un uomo per commercio abusivo di fuochi d'artificio

Nell’ambito dell’attività di prevenzione, verifica e contrasto finalizzata all’uso corretto e sicuro dei “botti” di Capodanno, nel pomeriggio di ieri, martedì 31 dicembre, i Carabinieri della Stazione di Garbagnate Milanese hanno sequestrato 12 chili di fuochi d'artificio e denunciato  un uomo di 45 anni, per fabbricazione e commercio abusivo di materiali esplosivi.

Il 45 enne fermato per un normale controllo stradale

La denuncia è scaturita da un normale controllo alla circolazione stradale, nel corso del quale gli uomini dell’Arma hanno fermato e ispezionato l’auto dell'uomo, un operaio residente in città, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e violazione della normativa sugli stupefacenti.

In cantina "cipolle napoletane" e fuochi pirotecnici

Oltre all'auto i militari garbagnatesi hanno deciso di effettuare un controllo anche a casa del 45enne scoprendo occultati in alcune buste riposte in cantina, 10 artifizi artigianali di materiale esplodente, meglio noti come “cipolle napoletane” e una batteria di fuochi pirotecnici con 200 tubi, provvisti di etichette identificative, il tutto per un peso complessivo di circa 12 kg e pertanto sottoposto a sequestro.