Renato Franchi, nuovo album: "Non è un disco per vecchi"

Nuovo lavoro discografico: 11 brani insieme alle Voci del Partigiano di Rescaldina.

Renato Franchi, nuovo album: "Non è un disco per vecchi"
Altro Legnano e Altomilanese, 25 Aprile 2018 ore 14:38

Renato Franchi, nuovo disco.

Renato Franchi & L'Orchestrina del Suonatore Jones e la vocal band

Ecco il nuovo album di Renato Franchi & l'Orchestrina del Suonatore Jones: si chiama "Con un bel nome d'avventura...storie d'amore e libertà..." che vede la partecipazione della vocal band "Voci del partigiano" formata da membri dell'Anpi di Rescaldina. E' pubblicato da Atlantide.

"Non possiamo far morire la musica popolare - tiene subito a precisare Renato Franchi, di Rescaldina -: oggi nella musica c'è un atteggiamento un po' snobbistico. Noi vogliamo coltivare la memoria, la canzone d'autore, attualizzare la tradizione per non farla morire. Ma anche attualizzare la Resistenza. Questo disco è per i partigiani di ieri, oggi e domani. Non è un album per vecchi perchè non ha nulla a che invidiare a nessun altro cantante famoso".
Undici tracce, tra inediti e cover d'autore, presentate nei giorni scorsi all'osteria sociale La Tela di Rescaldina. Nell'Orchestrina, oltre a Franchi voce e chitarre, la figli Marta al tinwhistle, flauti e cori, Viky Ferrara alla batteria e cori, Roberto D'Amico al basso elettrico, Gianni Colombo all'organo hammond, pianoforte e keyboards, Gianfranco D'Adda alle percussioni, colori e ritmi ed Enrico Ronzoni alle chitarre elettriche. Al loro fianco le Voci del partigiano Aurora Lo Prete, Ezia Moroni, Marta Roversi, Gemma Girolami, Alberto Roversi, Marta Franchi, Cristina Dall'Orto, Renata Pasquetta, Walter Porcelli, Cristian Visentin, Flavio Corasaniti, Enrico Frascoli, Alessandro Tinti, Pietro Castelli e Vanni Balboni.

 

Le sonorità

"Voci forti, ribelli, chitarre elettriche ed acustiche, basso, pianoforte, hammond, tappeti sonori, drumming energici e sognati che corrono sui sentieri tracciati da canzoni, storie d'amore e libertà - ricorda Franchi -: sono il risultato finale di un lavoro che, strada facendo, ha assunto un particolare e forse originale sapore creativo artistico e culturale, per certi versi unico nel panorama nazionale".
Voci partigiane che incontrano chitarre e batterie rock. Undici canzone, tutte legate da un unico filo rosso: "Quello delle grandi storie d'amore e di libertà" ricorda il musicista di Rescaldina.
Vi sono brani di Franchi altri di autori quali Bertoli, Bubola, De Andrè, Testa, Gang, Castelnuovo, Amodei e due omaggi alla cultura popolare. Ne escono sonorità beatlesiane, sound rock all'americana, soul, r'n'b e il sound popolare.

I brani

Apre l'album il brano "Con un bel nome d'avventura" che ringrazia i giovani della Resistenza in un omaggio agli Anpi, segue "Le stagioni di Anna Frank" per un diario che la giovane potrebbe ancora scrivere, si va avanti poi con "Nina" (di Castelnuovo) con la voce narrante e suggestiva di Gemma Girolami, con "Marenostro" (scritta dai Gang) una preghiera al mare "affinchè lasci arrivare i figli del mondo sulle spiagge della speranza" spiega Franchi, poi la celebre "Fiume sand creek" (Bubola e De Andrè), "Al mercato di Porta Palazzo" (di Gian Maria Testa), "Per i morti di Reggio Emilia" (Amodei) "un grande inno, doveroso ricordo dei morti nella lotta di Resistenza partigiana e dei lavoratori uccisi durante le manifestazioni", "Eppure soffia" (Pierangelo Bertoli) "noto brano ecologista, pacifista e d'amore"; si prosegue con "Passi nel mattino" duetto di Marino Severini (Gang) con Renato per "un omaggio alla Resistenza, a tutte le persone che hanno perso la vita per darci una società democratica, senza guerre e violenza, che hanno fatto la storia del nostro paese come 15 Ragazzi di Piazzale Loreto qui ricordati uno per uno col loro nome e cognome e professione", con "Ta Pum" con arrangiamento dal sapore Rolling Stones, Dylan e richiami a John Lennon "nel ricordo di tutte le vittime delle sporche, maledette e incomprensibili guerre, che ancora oggi insanguinano il pianeta". Chiude "Amor dammi quel fazzolettino" classico della tradizione e cultura popolare.

LE FOTO DELLA PRESENTAZIONE DEL DISCO:

14 foto Sfoglia la gallery