Ospedale Galmarini lavori in corso coi fondi regionali

Il direttore generale Bravi annuncia il prossimo inizio di nuovi lavori per quasi un milione di euro al Pronto Soccorso e all'Endoscopia. Il punto delle ristrutturazioni, le novità per le assunzioni.

Ospedale Galmarini lavori in corso coi fondi regionali
Saronno, 20 Febbraio 2018 ore 20:17

Continua la ristrutturazione del monoblocco, intanto ci si prepara per i lavori al Pronto Soccorso e all'Endoscopia con un milione di euro di fondi regionali destinati all'Ospedale Galmarini di Tradate.

Ospedale Galmarini in arrivo quasi un milione di euro

Lo stanziamento era stato approvato in occasione dell'ultimo bilancio del Pirellone. Quasi un milione di euro per l'Ospedale Galmarini. In particolare l'ordine del giorno presentato al consiglio regionale chiedeva interventi per il Pronto Soccorso, l'Endoscopia e materiali per l'Urologia. Ora ci si prepara a spenderli, quei fondi. Il come, lo ha spiegato stamattina in conferenza stampa il Direttore Generale dell'Asst Sette Laghi Callisto Bravi. "300mila euro saranno utilizzati per l'ampliamento della sala d'attesa del Pronto Soccorso con lo spostamento di una sala della Radiologia. In totale prevediamo di concludere questo intervento in 52 settimane, se non ci sono intoppi. Tante, ma dovute per lo più alle lungaggini burocratiche previste dal nuovo codice per gli appalti. 100mila euro saranno invece destinati all'acquisto di nuove apparecchiature, soprattutto di fibroscopi, per l'Urologia dell'ospedale Galmarini, di cui è stato recentemente nominato il nuovo Responsabile, il dottor Giuseppe Damiano. La restante parte, 500mila euro, saranno infine destinati all'Endoscopia Digestiva. Per questa si progetterà un totale ammodernamento, con la creazione di due sale  e tutto il necessario per aumentare il comfort dei pazienti e le possibilità d'accesso al reparto".

L'avanzamento dei lavori al monoblocco

Mentre di preparano questi lavori, continuano quelli al Monoblocco da oltre 6 milioni di euro. Di questi ha parlato il Direttore Sanitario Brunella Mazzei. "Ultimati gli interventi al primo piano del Monoblocco, dove sono già operative tutte le specialità chirurgiche in week-surgery, è ormai quasi pronto anche il secondo piano
dello stesso Padiglione. Questo ospiterà la degenza e gli ambulatori di Ginecologia e Ostetricia, dirette dal nuovo Responsabile, il dottor Carlo Bulgheroni, oltre che il Nido". Poi toccherà al terzo piano. "Mi piange il cuore - ha continuato Mazzei - perché dovremo dire addio alle bellissime pareti della Pediatria, purtroppo no è possibile salvarle. Per qualche mese sarà trasferita in una sede provvisoria, per permettere i lavori".

Il nodo del personale

"La struttura c'è, mancano le persone". "I medici se ne vanno, nessuno li sostituisce". "Nessuno vuole venire a Tradate". Dalla politica e non, se ne sono sentite di tutti i tipo nel corso degli ultimi anni. "Nulla di vero - ha ribattuto Bravi - Anzi, proprio grazie a Varese l'Ospedale Galmarini sta recuperando la capacità attrattiva persa in passato". Intanto, mentre ci si prepara all'arrivo degli operai, si lavora anche sul fronte organizzativo. "Con interventi mirati ed incisivi - ha precisato Bravi -  che si traducono in un potenziamento dell'offerta ai cittadini. L'esempio più evidente riguarda la Ginecologia e Ostetricia che, grazie alla stretta integrazione con Varese e alla collaborazione degli anestesisti, dal 24 ottobre scorso offre la partoanalgesia alle partorienti h24". E mentre si è chiuso ogni residuo legame con l'Asst Valle Olona (quella di Saronno e Busto, ndr), Bravi ha annunciato novità per il personale tradatese: "Entro la primavera dovrebbe arrivare un nuovo medico internista, mentre è in corso la selezione per
l'assunzione di due ortopedici. In arrivo, inoltre, al termine della selezione in corso, è anche un nuovo medico di Pronto Soccorso".