Altro
lainate

Lainate ricorda la fine della Prima Guerra Mondiale e la Festa delle Forze Armate FOTO

Celebrato il 4 novembre in forma ridotta

Lainate ricorda la fine della Prima Guerra Mondiale e la Festa delle Forze Armate FOTO
Altro 04 Novembre 2020 ore 18:27

In occasione del 4 novembre, l’Amministrazione comunale di Lainate ha celebrato la ricorrenza in forma ridotta e contingentata, ma sentita. Vietati i cortei tradizionali, sindaco, Polizia Locale con gonfalone e alcuni rappresentanti delle associazioni cittadine si sono organizzati per la posa delle corone di alloro, con tappa presso i monumenti cittadini.

Lainate festeggia il 4 novembre: le parole del sindaco Tagliaferro

"Ricordiamo oggi la fine della Prima Guerra Mondiale e la Festa delle Forze Armate. Ho voluto simbolicamente omaggiare le vittime della Guerra, visitando 4 monumenti significativi della nostra città con alcuni rappresentanti delle nostre associazioni. E' difficile per tutti noi in questo momento fare memoria di eventi passati e così distanti nel tempo, presi come siamo da una quotidianità complicata e da una prospettiva per il nostro futuro che facciamo fatica ad immaginare. Ma è proprio in questi momenti che dobbiamo ritrovare le motivazioni che ci uniscono piuttosto che quelle che ci dividono perché lavorare e guardare avanti insieme ci può dare quella prospettiva che forse oggi fatichiamo a vedere. E su questo ci sono di esempio le Forze Armate, di cui oggi celebriamo la giornata nazionale, che in questi mesi di emergenza sanitaria come 100 anni fa in occasione dei tristi momenti di guerra hanno lavorato e lavorano quotidianamente con dedizione e onore per unire il nostro Paese, per creare coesione nazionale che è sinonimo di coesione sociale. Ed un messaggio particolare lo voglio rivolgere oggi ai nostri ragazzi e a tutti i giovani che forse si sentono oppressi e incompresi più di altri in questa situazione di emergenza sanitaria che limita le nostre libertà. Non abbiate paura di dire la vostra opinione, di condividere il vostro pensiero, di farvi sentire per partecipare ai processi decisionali. Ho letto gli scritti di qualche giovane che rivolgendosi al mondo degli adulti diceva: "ci state rubando il futuro". Io sono convinto che i momenti di difficoltà, così come è oggi l'emergenza sanitaria e così come è stato 100 anni fa la Grande Guerra, possono darci la grande opportunità di sognare e di realizzare le massime aspirazioni personali e professionali esprimendo le proprie potenzialità con la freschezza e la fantasia che solo un giovane è in grado di manifestare. Viva le Forze Armate e viva la Repubblica!"
123789873_3758255027542802_2598355186783588262_o
Foto 1 di 13
123784915_3758256320876006_3199117103205568115_o
Foto 2 di 13
123844258_3758255894209382_7944444203247673934_o
Foto 3 di 13
123868455_3758254664209505_642308217158454820_o
Foto 4 di 13
123776288_3758254300876208_4571505833338256263_o
Foto 5 di 13
123773985_3758255497542755_7317800133448025999_o
Foto 6 di 13
123791174_3758254457542859_4377865696950590069_o
Foto 7 di 13
123866411_3758256024209369_2754102645246255874_o
Foto 8 di 13
123844258_3758255180876120_3254356559831902871_o
Foto 9 di 13
123775262_3758256424209329_8162545730690091017_o
Foto 10 di 13
123792565_3758254887542816_6735448312796055700_o
Foto 11 di 13
123810838_3758255777542727_7718393924481667995_o
Foto 12 di 13
123875470_3758256227542682_3844157347919997926_o
Foto 13 di 13

TORNA ALLA HOME

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter