Insegna la magia a un ragazzo di 13 anni non vedente per includerlo al camp estivo

Diego Trinetti, in arte, Mago Diego ha inserito Leonardo nel laboratorio facendolo partecipare ai giochi

Insegna la magia a un ragazzo di 13 anni  non vedente per includerlo al camp estivo
Altro Rhodense, 01 Agosto 2021 ore 23:00

Ha realizzato dei tabelloni in modo che Leonardo potesse tastare i numeri risolvendo così i suoi problemi visivi: è passata dalla magia l'inclusione nel campo estivo di un ragazzo non vedente. Ed è stato tutto merito del Mago Diego

Encomiabile gesto di Diegro Trinetti, in arte, Mago Diego

Insegna la magia a un ragazzino non vedente permettendogli di giocare insieme agli altri al centro estivo e di non essere escluso. Encomiabile gesto compiuto dal rhodense Diego Trinetti, in arte «Mago Diego». «In queste settimane sto collaborando con l’associazione Punto e Basket per i camp estivi - ha raccontato - Ho partecipato a quelli svoltisi a Vanzago e Nerviano e nelle scorse settimane sono arrivato Lainate».

"Vedevo che faceva fatica a integrarsi, ho pensato alla magia"

Basket, laboratori, tra cui quello di magia, e attività di studio: è qui che il Mago rhodense ha incontrato Leonardo. «Leonardo ha 13 anni, non vedente dalla nascita è arrivato dalla Sardegna a Lainate dove in queste settimane è ospite della zia. Mi sono accorto di lui praticamente subito, vedevo che faceva fatica a integrarsi con gli altri, molto probabilmente a causa della sua disabilità».

Per coinvolgerlo ho usato un gioco di prestigio per indovinare i numeri

Diego ha pensato a un gioco di magia tutto per Leonardo, per renderlo protagonista del laboratorio durante il centro estivo. «Per coinvolgere il ragazzino ho usato un gioco di prestigio per indovinare i numeri tramite i calcoli matematici - afferma il Mago Diego - Abbiamo realizzato dei tabelloni in modo che Leonardo potesse tastare i numeri risolvendo così i suoi problemi visivi e partecipando al laboratorio. Leonardo ha subito ritrovato il sorriso scherzando con gli altri bambini e ... indovinando i numeri che erano stati scelti».