L'evento

Il Perdono sfida il Covid: è festa a Corbetta VIDEO E FOTO

Buona presenza tra le bancarelle, festa per i Padri Somaschi in santuario.

Magenta e Abbiategrasso, 06 Settembre 2020 ore 14:23


Il Perdono sfida il Covid: è festa a Corbetta nella giornata di domenica 6 settembre. Complice un weekend soleggiato e la voglia di normalità, la festa del Perdono 2020 è partecipata e ben riuscita.

Il Perdono sfida il Covid

Le celebrazioni sono ufficialmente iniziate nella serata di sabato 5 , con la processione dal santuario alla parrocchia, l’accensione delle luci sul corso e l’avvio della nuova illuminazione del campanile, realizzata dal Comune e ianugurata per questa versione speciale del Perdono. La festa del santuario della Madonna dei Miracoli, che cade la settimana dopo Pasqua, fu sospesa per via del lockdown, ma subito Comune e parrocchia annunciarono che, pandemia permettendo, sarebbe andata in scena nel primo weekend settembrino. Detto, fatto, nonostante le difficoltà evidenti per conciliare la voglia di festa e tradizione con la tutela della salute pubblica.

Leggi l’intervista al sindaco sul Perdono

La benedizione e la Messa

Già sa sabato, la cappella delle benedizioni del santuario era aperta per la preghiera alla Madonna, sospeso, invece, il classico bacio della reliquia in ottemperanza alle disposizioni anti-Covid. Domenica, code fin dalla mattina per la benedizione e partecipata Messa in santuario per i Padri Somaschi che festeggiano anniversari speciali (Padre Fabrizio, padre Angelo, padre Livio, padre Emilio,  padre Sergio), alla presenza del prevosto, don Giuseppe e delle autorità civili, tra cui il sindaco Marco Ballarini.

La fiera

Molte persone hanno sfidato i timori delle ultime settimane presenziando alla fiera: 76 bancarelle, invece delle oltre 250 della solita kermesse, disposte dalla piazza del Popolo alla piazza 1 Maggio, ben distanziate. Chiusi i varchi d’accesso, vigilati da volontari armati di termometro. Grande presenza di forze dell’ordine lungo tutto il tracciato, mascherina obbligatoria.  Una festa in versione ridotta, la prima in sandali e canotta per i corbettesi, ma evidentemente molto sentita nel tenere viva la tradizione. Immancabili le bancarelle e il luna park, attivo già da una settimana. Smentite le voci dei giorni scorsi: i bar sono rimasti aperti e funzionanti.

Il commento del sindaco

Coinvolti oltre 70 volontari, oltre alle forze dell’ordine, tra cui anche  l’associazione dei comandanti della Polizia filippina.

“Grazie ai dipendenti comunali, alla Polizia Locale e ai tantissimi volontari che hanno reso possibile la festa del perdono nel periodo più difficile degli ultimi 458 anni! Festa riuscita, tante persone, ordinate, rispettose sia ieri sera che questa mattina! Sono soddisfatto, ripartiamo tutti insieme, Corbetta riparte”, è il commento del sindaco Marco Ballarini.

Torna alla home

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia