Girarifugi e Alpeggi 2021

Sulle “alte vie” della Lombardia

Alcuni suggerimenti per scoprire i percorsi più belli e famosi sulle nostre montagne, da un rifugio all’altro per godere panorami indimenticabili.

Sulle “alte vie” della Lombardia
Turismo 26 Luglio 2021 ore 18:35

I percorsi da rifugio a rifugio sono quelli che più di ogni altro permettono di vivere appieno la natura, consentendoti di raggiungere le alte vette e abbandonare il superfluo. Sulle montagne lombarde scoprirai la pace e scoprirai la forza che ti trasmettono gli spazi aperti e i panorami indimenticabili.
A tal proposito Regione Lombardia ha istituito il Catasto della Rete Escursionistica della Lombardia, per promuovere la conoscenza del patrimonio ambientale, paesaggistico e storico-culturale lombardo, che a breve sarà arricchito da una sezione speciale per i sentieri storici di montagna e da un registro delle strade storiche di montagna.
Insomma, 13.000 km di sentieri da scoprire e percorrere, consultabili anche in 3D su www.cartografia.servizirl.it/rel/

Si consiglia prima di affrontare un sentiero di acquisire tutte le informazioni per affrontarlo in sicurezza e di valutare con attenzione la propria conoscenza della montagna e la propria preparazione fisica.
Ecco alcuni suggerimenti per scoprire i percorsi più belli e famosi.

Adatti a escursionisti esigenti e allenati

Sentiero 1, Alta Via dell’Adamello. Un bellissimo itinerario al confine con il Trentino sui monti di granito della Valcamonica, alla scoperta dei ghiacciai più meridionali delle Alpi Retiche; il percorso, che a volte corre lungo le impressionanti vestigia della Grande Guerra, regala bellissimi scorci di alta montagna ma anche vasti panorami che si spingono sino al lago d’Iseo e ai monti del Garda.

Sentiero Roma. Ancora alta montagna, e ancora granito, ma questa volta al cospetto di alcune delle celebri vette che hanno fatto la storia dell’alpinismo, come Cengalo, Badile e Disgrazia. Tratti attrezzati, neve, molti passaggi su roccia ne fanno l’alta via più impegnativa della Lombardia, ma che ambiente!

Giro del Confinale. Magnifico percorso, conduce senza grandi difficoltà nel cuore del settore lombardo del Parco Nazionale dello Stelvio e consente di ammirare le vette più alte e i ghiacciai più spettacolari del gruppo dell’Ortles - Cevedale, con visioni indimenticabili sul Gran Zebrù e sul grandioso Ghiacciaio dei Forni.

Alta via della Valmalenco. Un percorso ora dolcissimo, ora impervio che conduce alla scoperta dei tre massicci della valle: Scalino, Disgrazia e – soprattutto – della cima più alta di Lombardia e di tutte le Alpi centrali, sua maestà il Bernina, unico “4.000” della nostra regione. Scorci sensazionali sui ghiacciai alternati a vallate verdissime: spettacolare!

Traversata delle Grigne. Palestra di roccia di tutti gli alpinisti lombardi, montagne dolomitiche ricche di angoli di interesse naturalistico eccezionale, le Grigne vengono salite da ogni versante con itinerari giornalieri in grado di soddisfare tanto l’escursionista quanto l’alpinista. Soltanto percorrendole con questo itinerario di più giorni, però, si può davvero scoprire la magia di queste vette, da cui peraltro si ammirano alcune delle albe e dei tramonti più spettacolari delle nostre montagne, con visioni che abbracciano Monte Rosa, Oberland bernese, Appennino e Prealpi, oltre naturalmente al vicino lago di Como.

E per gli escursionisti più tranquilli

Sentiero delle Orobie. Una classica traversata che si snoda lungo la catena forse più popolare e amata della montagna lombarda, ora in ambienti dolci (soprattutto nella prima parte, quella occidentale, a ridosso del Pizzo dei Tre Signori), ora tra scenari decisamente più alpini, come nel tratto che attraversa la Val Seriana, sotto i “3.000” del Coca e del Redorta. Gran finale al cospetto delle forme dolomitiche della Presolana, flora semplicemente meravigliosa.

Via dei monti Lariani. L’incanto della sponda occidentale del Lago di Como attraverso un lungo sentiero alto che tocca alpeggi, borghi e un’infinita successione di spettacolari punti panoramici, noti e meno noti. Nelle tappe più a nord, nell’alto Lario, si gode anche di una solitudine e di una wilderness di ritorno in grado di sorprendere anche gli escursionisti più smaliziati. Fattibile anche – o soprattutto – in autunno e primavera.

Via Del Sale, dalla Lombardia al mare. Breve percorso di eccezionale valore storico, consigliabile in primavera e in autunno; soltanto un tratto di questo bellissimo percorso che collega la pianura al mare della Liguria si svolge in Lombardia, ma è forse il modo migliore per conoscere una catena di montagne straordinaria per vegetazione, atmosfera e borghi antichissimi, che molti lombardi conoscono ben poco: l’Appennino pavese.

Altri sentieri per il trekking o itinerari per la mountainbike

Sono tantissimi i percorsi per scoprire la Lombardia in modo lento, assaporando ogni attimo. Da oggi puoi trovare ispirazione nella nuova sezione “Itinerari” del portale turistico regionale in-lombardia.it con le descrizioni dei percorsi e delle loro caratteristiche tecniche, i tracciati .gpx e il racconto dei principali punti di interesse visitabili lungo il tracciato, nonché le strutture ricettive presenti, gli eventi in corso durante il periodo selezionato unitamente alle attività fruibili lungo il percorso.

Scegli il tuo prossimo itinerario su: in-lombardia.it

Per scoprire l’ospitalità nei Rifugi di Lombardia: rifugi.lombardia.it

Assessorato agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni

I contenuti di questa pagina sono stati realizzati grazie alla collaborazione dell’Assessorato agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, guidato attualmente dall’assessore Massimo Sertori, che si occupa di promuovere e sostenere quel patrimonio di natura, tradizioni e culture locali rappresentato dalla montagna lombarda, parte fondamentale dell’identità della nostra regione.
Per ulteriori approfondimenti sull’impegno di Regione Lombardia per la valorizzazione della montagna e dei suoi rifugi visitare la sezione dedicata alla Direzione Generale Enti locali, Montagna e Piccoli comuni sul sito di Regione Lombardia.

La notizia originale “Sulle “alte vie” della Lombardia” sul sito newsprima.it