A settembre

Quanti eventi e manifestazioni!

Nelle prossime settimane trionfo di festival musicali, sagre enogastronomiche e mostre da non perdere.

Quanti eventi e manifestazioni!
Turismo 16 Settembre 2021 ore 00:03

Dal Lago di Como alle montagne del Trentino, fino alle colline piemontesi; ovunque sono in programma eventi che rendono settembre il mese ideale, non solo climaticamente parlando, per mettere in programma un week end o una giornata da passare in qualche straordinaria località del nostro Bel Paese.

Sulle sponde del Lario in Lombardia

E a proposito di lago, segnaliamo alcuni eventi che caratterizzeranno le prossime settimane su entrambe le sponde del Lario. A cominciare dalla rassegna concertistica Pianomaster, ospitata a Gravedona ed Uniti (CO) giunta alla sua trentaquattresima edizione: tutti i venerdì fino al 22 ottobre, alle ore 18 il salone di Palazzo Gallio, splendida location affacciata sul lago, sarà la cornice di concerti di altissimo livello.
Per maggiori informazioni: Infopoint Gravedona ed Uniti: infopoint.gravedona@northlakecomo.net - Tel. 0344 85005 – www.northlakecomo.net.

La musica trionfa anche dall’altra parte del lago visto che a Lecco sono in programma gli ultimi appuntamenti del Lecco Jazz Festival che ha ospitato artisti nazionali e internazionali di riconosciuto livello. Settembre sarà il momento di Jazz Off Festival dal titolo “Re nudi in Jazz”, realizzati grazie alla collaborazione del CRAMS: il primo evento è in programma giovedì 23 settembre dal titolo “Contemporary Project + Marco Colonna”, mentre il secondo appuntamento della rassegna, dal titolo “Barinduza”, è fissato per sabato 25.

A metà lago, invece, si consiglia la partecipazione al Bellagio Wine Festival che permetterà di scoprire i migliori vini italiani sulla caratteristica Salita Serbelloni. L’appuntamento, aperto a tutti, è in programma nella serata del prossimo 24 settembre (dalle 18,30 alle 23). Il BWF vuole essere un incontro con il produttore, per chi vende il vino e per chi lo compra, un incontro semplice come incontrare un amico per un bicchiere di vino. Per informazioni: info@bellagiowinefestival.it.

Sulle montagne del Trentino

In montagna per ammirare i capolavori di Sandro Botticelli. Mancano, infatti, pochi giorni alla chiusura della grande mostra al Mart di Rovereto “Botticelli. Il suo tempo. E il nostro tempo”, aperta fino al 26 settembre. È una straordinaria occasione per ammirare alcune opere del maestro fiorentino accostate a capolavori dell’arte contemporanea che dall’artista rinascimentale prendono ispirazione: come Pallade e il Centauro, proveniente dagli Uffizi, la Venere della Galleria Sabauda di Torino e il Compianto sul Cristo morto in prestito dal Museo Poldi Pezzoli di Milano. In mostra sono presenti anche opere di Filippo Lippi, di Filippino e di altri grandi artisti, come Antonio del Pollaiolo e Andrea del Verrocchio. Le opere di Botticelli hanno ispirato artisti della Pop art italiana, come Mario Ceroli, Giosetta Fioroni e Cesare Tacchi, ma anche in anni immediatamente successivi figure come Michelangelo Pistoletto e Renato Guttuso. Le influenze di Botticelli si ritrovano nelle opere di artisti internazionali come Fernando Botero, David LaChapelle, Oliviero Toscani, John Currin; rivivono nella moda e nel cinema, invadono le riviste patinate su cui posa Kate Moss e sono coprotagoniste alle foto di influencer come Chiara Ferragni.
E già che siete a Rovereto, perché non partecipare a uno dei cinque itinerari, della durata di un paio d’ore ciascuno alla scoperta dell’Atene del Trentino? Info e prenotazioni su www.visitrovereto.it.

Un’esperienza davvero unica è invece quella che viene proposta in Alta Badia: partecipare alla transumanza, la migrazione stagionale delle greggi, delle mandrie e dei pastori che si spostano dai paesi a valle verso i pascoli situati negli alpeggi e viceversa. Lo si potrà fare in compagnia di Matteo, un giovane contadino di Badia legato alle tradizioni e autentico custode dei valori legati alla cultura rurale che cerca di preservare e portare avanti con coerenza e convinzione. Ecco, quindi, la possibilità di trascorrere, domenica 19 settembre, qualche ora con lui mentre accompagna il bestiame negli ultimi chilometri di transumanza fino al fondovalle. Ulteriori informazioni e prenotazione presso gli uffici turistici dell’Alta Badia: www.altabadia.org.

Per gli amanti dei cavalli e delle corse, infine, l’appuntamento imperdibile è a Merano dove, domenica 26 settembre, è in programma il Gran Premio all’Ippodromo: si tratta anche di un evento mondano, con le signore elegantemente vestite che sfoggiano cappelli di ogni misura e colore.

In Piemonte alla scoperta dei vini (e non solo)

Fino al 3 ottobre i week end nelle piazze, nelle strade e nelle più suggestive dimore storiche di Asti e tra le colline del Monferrato sono nel nome della Douja d’Or. La 55esima edizione della manifestazione avrà per tema “Il vino al centro” e protagonista il vino, conosciuto e amato in tutto il mondo: la Barbera d’Asti e i vini del Monferrato, l’Asti spumante e il Moscato d’Asti, le etichette di tutte le denominazioni piemontesi rappresentate da Piemonte Land of Wine - il consorzio che riunisce i 14 consorzi piemontesi del vino ufficialmente riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura - i vini biologici, il vermouth, i vini aromatizzati in purezza e in miscelazione e le grappe.
Il programma è ricco di iniziative in tutta la provincia: degustazioni, live tasting, masterclass ma anche arte, incontri, spettacoli teatrali, mostre, visite guidate alla scoperta di Asti, del Monferrato e delle sue colline, patrimonio dell’Unesco. Sul sito www.doujador.it sarà possibile prenotare in anticipo gli appuntamenti.
Sono aperte anche due singolari mostre a Palazzo Mazzetti: “Asti, Città degli arazzi”, che ospita gli arazzi delle due prestigiose manifatture astigiane Scassa e Montalbano, e “Una rotaia lunga 170 anni”, ricorda la linea ferroviaria su cui si è fatta l’Italia, la Torino-Genova, nata per collegare la capitale del Regno di Sardegna al suo porto sul mar Ligure.
A completare l’offerta territoriale, dedicata agli enoturisti c’è l’esperienza di “Vendemmia didattica”: fino a metà ottobre sarà possibile sperimentare il lavoro di vendemmia nelle cantine di Langhe Monferrato Roero, su prenotazione al Wine Corner di Piemonte On Wine.

Ma non solo vini. A Bra, dal 17 al 20 settembre, i protagonisti saranno i formaggi. In quei giorni, infatti, va in scena Cheese, il più grande evento internazionale dedicato ai formaggi a latte crudo e alle forme del latte che avrà per tema “Considera gli animali”, perché senza di loro non esisterebbero i formaggi protagonisti di Cheese. La quattro giorni di settembre infatti si conferma il palcoscenico perfetto in cui pastori, casari, formaggiai e affinatori raccontano, attraverso i loro prodotti, metodi produttivi che mettono al centro la qualità delle materie prime, il benessere animale, la tutela del paesaggio. Li troviamo nel grande Mercato dei Formaggi e tra le bancarelle dei Presìdi Slow Food, ma non solo. Immancabili la Gran sala dei formaggi e l’Enoteca dove abbinare un buon calice di vino alle decine di formaggi naturali e a latte crudo.
A chi vuole ritrovare il piacere di saperne sempre di più sono dedicati i Laboratori del Gusto (a Bra e a Pollenzo, presso la Banca del Vino), con formaggi in abbinamento a pani, vini e birre, e i percorsi educativi di Slow Food pensati per grandi e piccini.
Il programma completo si può trovare su cheese.slowfood.it.

La notizia originale “Quanti eventi e manifestazioni!” sul sito newsprima.it