Glocal news
Mal-Aria

La Lombardia sta soffocando: inquinanti nell'aria due volte sopra la norma

Preoccupano i valori di inquinamento di Regione Lombardia che, in alcune province, arrivano a raddoppiare quasi i livelli consentiti. 

La Lombardia sta soffocando: inquinanti nell'aria due volte sopra la norma
Glocal news 24 Dicembre 2021 ore 14:11

Preoccupano i valori di inquinamento di Regione Lombardia che, in alcune province, arrivano a raddoppiare quasi i livelli consentiti.

In Lombardia valori di inquinamento quasi doppi rispetto alla norma

Qualità dell'aria della Pianura pessima, circa due volte superiore alla norma. Come racconta il nostro meteorologo Christian Brambilla questa volta però neanche le deboli piogge che colpiranno la nostra Regione in questi giorni di Natale riusciranno a scalfire lo strato di inquinanti presenti al suolo. E dal 29 dicembre sono previsti altri 10 giorni senza precipitazioni. Una situazione davvero critica.

La situazione Provincia per provincia

Secondo i dati di Arpa Lombardia la nostra provincia si trova ancora una volta a soffocare sotto lo smog.

Milano

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante solo lunedì 20 in Provincia di Milano si sono tenuti sotto i limiti previsti.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 16 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 68 passa a 50, per poi ridursi anche nei giorni successivi.

BERGAMO

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante dopo il picco di 59 del 17 dicembre i livelli sono tornati sotto ai limiti previsti.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 18 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 53 passa a 38, per poi ridursi anche nei giorni successivi e tornare a 39 il 22.

BRESCIA

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante in Provincia di Brescia l'andamento è molto altalenante: dal 17 dicembre a giorni alterni i livelli di Pm10 superano i limiti consenti.

Anche per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) secondo le stime di Arpa l'andamento degli ultimi giorni è altalenante, con livelli tra i 40 e i 50 che sono il 20 sono arrivati a 27.

COMO

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante a parte dal 17 dicembre, dopo il picco di 58 del 16 dicembre, in Provincia di Como si sono tenuti sotto i limiti previsti.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 17 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 55 passa a 39, per poi rimanere pressoché stabile nei giorni successivi.

CREMONA

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante a partire da sabato 18 in Provincia di Cremona si sono sempre tenuti sotto i limiti previsti, ad eccezione di domenica 19 con un piccolo picco.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 16 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 53 passa a 49, per poi ridursi anche nei giorni successivi rimanendo pressoché stabile sui 34 dal 20 dicembre.

LECCO

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante, la Provincia di Lecco si sono sempre tenuti sotto i limiti previsti, con un innalzamento il 21 e 22 dicembre.

Anche per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) le stime di Arpa evidenziano come a Lecco i livelli siano sotto quelli massimi ma rilevano un peggioramento negli ultimi due giorni con un picco che passa da 12 a 24.

LODI

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante in Provincia di Lodi a partire dal 18 dicembre si sono tenuti sotto i limiti previsti passando dal 63 del 17 dicembre al 48 del giorno successivo.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa hanno rivelato un miglioramento a partire dal 16 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 53 è passato a 45, per poi ridursi anche nei giorni successivi con un leggero innalzamento dal 21 dicembre.

MANTOVA

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante dal 18 dicembre in provincia di Mantova i limiti sono sempre rimasti sotto il massimo consentito.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 15 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 56 passa a 50, per poi ridursi anche nei giorni successivi.

MONZA E BRIANZA

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante in Provincia di Monza e Brianza l'andamento è molto altalenante, oscillando tra il 40 e il 60 a seconda dei giorni.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3)  invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 17 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 58 passa a 50, per poi ridursi anche nei giorni successivi.

PAVIA

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante a partire dal 18 dicembre in Provincia di Pavia si sono sempre sotto i limiti previsti.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3)  invece le stime di Arpa rilevano un miglioramento a partire dal 18 dicembre con un abbassamento dei livelli che da 42 passa a 20, per poi risalire fino a 29 il giorno successivo e poi scendere nuovamente.

SONDRIO

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante in Provincia di Sondrio si sono sempre tenuti sotto i limiti previsti, con un innalzamento fino a 24 nella giornata del 22 dicembre

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un peggioramento a partire dal 22 dicembre con un alzamento dei livelli che da 25 passa a 35, per poi ridursi il giorno successivo rimanendo comunque sopra il livello massimo consentito.

VARESE

Per quanto riguarda i livelli di Pm10, il cui valore limite è di 50 µg/m³, secondo le stime degli ultimi dieci giorni, dal 14 al 22 dicembre, come dimostra il grafico sottostante in Provincia di Varese si sono tenuti sempre sotto i limiti previsti, con un picco massimo di 39 il 16 dicembre.

Per i livelli di Pm 2.5 (limite 25 μg/m3) invece le stime di Arpa rilevano un andamento altalenante negli ultimi giorni, con valori standard sopra la media ad esclusione di lunedì 20 dicembre.

LEGGI ANCHE: 

Dal 29 dicembre alla Befana esploderà il caldo con temperature primaverili

Smog, la Lombardia torna a soffocare: nuove misure di limitazione a traffico e riscaldamento

Meteo stabile in Lombardia, tendenza per Natale: solo le cime imbiancate